“Costretto a chiedere le elemosina per strada”: la tragica fine di Maurizio Ferrini

Maurizio Ferini in disgrazia, costretto a chiedere l'elemosina

Chi non ricorda la famosa Signora Coriandoli? Era proprio Maurizio Ferrini ad interpretarla, a darle voce e colore. Adesso, l’attore comico racconta tutta la verità sulla crisi vissuta che l’ha portato quasi per strada

Maurizio Ferrini meglio noto come Signora Coriandoli non credeva di avere un futuro nero e cupo come quello che gli è capitato. Solo per aver detto “no” a delle proposte televisive fatte da personaggi decisamente influenti, l’attore non ha più lavorato come prima guadagnando sempre meno.

Ferrini e la crisi economica

Un personaggio come la Signora Cordiandoli, creato da Maurizio Ferrini, non si dimentica. Eppure, per un periodo, l’attore sembrava non fosse mai esistito. Non si sentiva più parlare di lui e in una recente intervista Ferrini ha raccontato tutta la verità.

Con il suo personaggio femminile, era riuscito a partecipare a molti programmi televisivi. Il passato il suo nome era molto quotato, tant’è che i guadagni erano piuttosto alti. Girava con un BMW ultimo modello e con una moto che faceva girare la testa a tutti. Oggi, il presente dell’attore è totalmente diverso.

La crisi e i debiti

Purtroppo, nonostante i soldi, nei primi anni di carriera erano tanti, lui è finito col spendere più di quanto guadagnasse. Da un momento all’altro si è ritrovato dall’apice del successo alla bancarotta. I soldi non c’erano più e al loro posto c’erano solo tanti conti da saldare e debiti da pagare:

Ho guadagnato tanto ma ho speso di più: soprattutto in viaggi e libri, tanti libri, niente vizi e stravizi da star, sia ben chiaro. Così, a un certo punto, i soldi sono finiti e, non avendo più entrate, per tirare avanti ho dovuto vendere tutto, chiedendo aiuto alle poche persone fidate che mi erano rimaste.

La sua vita è diventata complicata all’improvviso:

Facevo la spesa al discount, cercando prodotti a basso prezzo: di solito· avevo in tasca solo monetine e a volte, per non fare la figura di quello che snocciola sul banco gli spiccioli a uno a uno, andavo al distributore per chiedere se me li cambiava in dieci euro di carta”

Ferrini ha raccontato che tutto questo è accaduto perchè, in passato, si è ritrovato a dire no a delle persone molto influenti che non hanno preso bene il suo rifiuto.

Ho rischiato di chiedere l’elemosina

Il racconto dell’attore è molto serio e ad un certo punto finisce col raccontare il momento maggiore di crisi vissuto che l’ha costretto quasi a chiedere l’elemosina. Il racconto di quei giorni:

 “Una volta mi hanno invitato a una festa e c’era anche un mio amico, il celebre scienziato Paolo Zamboni, quello che ha monitorato l’astronauta Samantha Cristoforetti in orbita. Mi sono avvicinato e gli ho detto senza pudore: “Paolo, ho bisogno di fare un po’ di spesa”. Mi ha messo in mano trecento euro, non mi sembrava vero di maneggiare banconote. Il passo successivo sarebbe stato chiedere l’elemosina per la strada”.

Un giorno la conduttrice di Rai Uno, Eleonora Daniele, lo ha fatto chiamare per partecipare alla sua trasmissione “Sabato Italiano” e così ha ottenuto una piccola sommetta per riuscire ad andare avanti ancora per un po’.

La Signora Coriandoli non è ancora uscita del tutto dal tunnel della povertà e dell’isolamento. Però pare che piano piano Maurizio si stia risollevando prendendosi in Tv il suo spazio.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Susy Caruso: