‘Non lo volevano più’: la confessione drammatica di Giletti su Fabrizio Frizzi

‘Non lo volevano più’: la confessione drammatica di Giletti su Fabrizio Frizzi

Alcune ore fa Massimo Giletti ha rilasciato una lunga intervista al periodico ‘In Famiglia’. Oltre a raccontare la sua soddisfazione sull’operato fatto a La 7 con ‘Non è l’Arena’, il noto conduttore ha parlato anche del faccia a faccia che ha avuto con Fabrizio Corona. Inoltre ha lanciato alcune frecciatine velenose alla Rai e ha svelato un segreto che riguarda il suo caro amico e collega Fabrizio Frizzi.

Massimo Giletti rilascia una unga intervista la settimanale ‘In Famiglia’ 

Senza peli sulla lingua, Massimo Giletti ha dichiarato di aver messo da parte la sofferenza per essere stato costretto a scegliere un’altra strada che mi consentisse di continuare a fare il suo lavoro. Il conduttore ha affermato di amare molto la Rai perché lo ha fatto lavorare per tantissimi anni. Poi ha anche detto che a La 7 si sene abbastanza libero perché l’editore Cairo non gli chiese nulla e non sta attendo agli ascolti tv. Poi il cinquantaduenne ha cambiato tutt’altro argomento parlando di un tasto molto dolente, ovvero la morte di Fabrizio Frizzi.

“Siamo cresciuti insieme e per me è stato molto complesso superare quanto accaduto. Era una persona perbene in un mondo dove essere perbene è sempre più difficile”,

ha dichiarato Massimo Giletti.

Massimo Giletti: il retroscena doloroso su Fabrizio Frizzi e la Rai 

Massimo Giletti, inoltre, ha anche detto che il loro rapporto era basato sull’onestà ed è stato molto doloroso quello che è successo lo scorso aprile. Inoltre ha dichiarato che lui e il marito di Carlotta Mantovan si sono confidati nei momenti più difficili ovvero quando la Rai non voleva più Frizzi nella sua azienda.

“Ci sono situazioni che la gente dimentica, ma io no”,

ha concluso il presentatore dello show di La7 ‘Non è l’Arena’. A quanto pare la trasmissione tornerà di nuovo in onda dopo le vacanze estive, ovvero a settembre 2018.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!