Cicciolina, la pornodiva disperata: “Senza vitalizio non ho soldi per pagare le tasse…”

cicciolina
Cicciolina piange per il taglio dei vitalizi

Potremmo presto fare a meno di Cicciolina: la pornodiva dopo il taglio del vitalizio non riesce più ad avere lo stesso tenore di vita ed è per questo che sta pensando di andare via dall’Italia

Anche la pornodiva Cicciolina è una ex parlamentare della Repubblica italiana nonostante dall’abbigliamento sembra tutt’altro. A due passi dal Transatlantico, Ilona Staller parla al cellulare, ed è furiosa per via del taglio ai vitalizi che probabilmente la porterà ad andare via dal nostro paese.

Cicciolina, il taglio al vitalizio ha abbassato il suo tenore di vita

Così ha esordito Cicciolina, parlando al giornalista che l’ha intervistata:

«Basta ora chiamo quel produttore e poi me ne vado! Voglio tornare in Ungheria»

L’ex pornodiva non riceverà più il vitalizio, l’assegno che percepivano gli ex parlamentari e che i Cinque Stelle hanno tagliato perché simbolo di un privilegio ingiusto. E quando termina la chiamata, piange.

Cicciolina furiosa

La pornostar è furiosa, ma tutti a Montecitorio sembrano ignorarla. Ilona non è l’unica ex parlamentare che non riceverà più il vitalizio, però a lei non va giù il fatto che nemmeno in televisione la vogliono più. Pare, infatti, che la Staller abbia provato ad inserirsi in qualche talent, ma nessuno l’ha presa in squadra:

«Ma quale vitalizio, non era un vitalizio. Io non posso stare in Italia solo per pagare le tasse, come faccio? Non lavoro, ho provato, ho chiesto a tutti i reality show ma non mi vogliono. Mi vedi sulla Rai o su Mediaset? No, non mi vogliono. Solo perché ho fatto la pornodiva. Sono un personaggio scomodo, la pornodiva che ha fatto politica».

Che pensa di fare allora l’ex pornostar? Purtroppo gli avvocati non le hanno ancora consigliato nessuna strada da prendere, certo è che non potrà più sperare di avere indietro il suo vitalizio, almeno finché ci sarà il Governo Di Maio – Salvini:

«Ma niente, lo sai com’è in Italia: la giustizia non è giusta e per queste cose ci vogliono anni, è lunga e io nel frattempo che faccio?»

Poi avvelenata aggiunge:

«Perché non ci fanno vedere gli stipendi che prendono loro? Io pago un sacco di tasse negli appartamenti che ho da quando facevo la pornodiva, quando lavoravo. Ma ne vado da questo paese, cosa resto qui a pagare Imu e Ici?».

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!