Salvatore Elefante: il grande talento campano ancora senza squadra

Un’annata da incorniciare

Salvatore Elefante, detto ‘Sasà’, trequartista della Sarnese Calcio nella stagione calcistica appena terminata, è nato il 9 dicembre del 1995. Nonostante i suoi 22 anni ha sempre mostrato di possedere talento ed essere una macchina da goal, cosi come dimostrato nell’ultima giornata di campionato contro la Polisportiva AZ Picerno dell’allenatore Pasquale Arleo.

In 19 partite con la squadra di Sarno è andato a segno per ben 9 volte. Il suo apporto è stato cosi importante da regalare, insieme ai suoi ex compagni, la gioia ai tifosi e alla società di una salvezza tranquilla. Ad oggi nessuna squadra però ha mostrato un reale interesse per assicurarsi le sue straordinarie prestazioni.

Ancora senza contratto

La vita a volte riserva delle sorprese e spesso capita anche nel calcio. Basti pensare alla riammissione del Milan alla prossima Europa League grazie ad un ricorso ben preciso. Nelle categorie inferiori spesso capitano delle cose che lasciano senza parole. Infatti, uno dei talenti campani più apprezzati in Italia per la sua fantasia è senza dubbio il trequartista stabiese Sasà Elefante che, nonostante la chiusura dello splendido campionato, risulta ancora senza un team che abbia creduto in lui.

C’è la grande voglia di mettersi in gioco sempre di più al fine di mostrare a tutti la sua straordinaria caparbietà ed intelligenza tattica. Soprannominato anche il Cristiano Ronaldo del Sud, chi sarà la fortunata società ad offrigli un contratto e garantirsi il suo talento? Ai posteri l’ardua sentenza.

La stoffa dei numeri uno

Chi dovesse puntare su Salvatore Elefante deve sapere che nella vita spesso si etichettano i calciatori come degli atleti che dedicano la loro vita solo allo sport. In realtà ci sono dei grandi talenti, come lui, che riescono a ritagliare del tempo per trascorrerlo con gli affetti più cari, dandogli un’importanza degna dei grandi uomini. Il talento nostrano, nonostante la sua giovanissima età, ha girato molte città per motivi sportivi, anche al di fuori della regione Campania.

Il suo estro e la sua brillantezza, nel campo e fuori, fanno di lui un ragazzo apprezzato in ogni dove e riconosciuto soprattutto per la sua grandissima lealtà. Sentiremo un gran parlare di lui, sperando di poterlo vedere in categorie superiori e magari raggiungere contesti europei come quelli della Champions League e magari giocare nel Napoli.