Temptation Island, Filippo Bisciglia rompe il silenzio e parla della sua malattia

Bisciglia
Filippo Bisciglia parla della sua malattia

Filippo Bisciglia, il presentatore di Temptation Island, parla della sua malattia: il dramma di quando era piccolo. Il conduttore Mediaset racconta: “Non camminavo, la mia forza viene da lì”

Abbiamo imparato a conoscere Filippo Bisciglia al Grande Fratello prima, poi a Temptation Island e l’anno scorso anche a Tale Quale Show, dove ha mostrato il suo talento nascosto per il canto. Ecco cosa ha raccontato però il conduttore Mediaset sulla sua salute.

Bisciglia, la malattia dell’infanzia

Filippo Bisciglia ha raccontato finalmente senza filtri della sua malattia con cui ha convissuto per molti anni. Da bambino,  il presentatore ha sofferto del morbo di Perthes, una patologia che colpisce gli arti inferiori rendendo sempre più difficile fare anche i movimenti più semplici.

Ha vissuto degli anni terribili che hanno condizionato, in parte, tutta la sua vita e la sua mentalità. Oggi, il presentatore 41enne dichiarato una cosa molto particolare a Tv Sorrisi e Canzoni:

“Sono nei libri di medicina. Sono stato il primo bambino a non rimanere zoppo. Questa esperienza mi ha forgiato il carattere: la voglia di vincere viene da lì”.

Poi continua il suo racconto commovente e che in parte spiega la sua bella anima, sensibile e aperta alle emozioni:

“Ho sofferto del morbo di Perthes, per un anno e mezzo non ho potuto muovere le gambe”

La lotta contro la malattia

Bisciglia non si è mai arreso alla malattia e ha combattuto con tutte le sue forze. Già da piccolo aveva una grande anima e non ha lasciato che i sentimenti negativi prendessero il sopravvento:

 “Da due ai quattro anni non ho potuto camminare. Mio nonno mi ha costruito una macchinetta con le rotelline e mi portavano in giro così. Avevo una gambina di ferro e uno scarpone grande per bilanciare la differenza tra gli arti. Ricordo il rumore che faceva sull’asfalto, ma ho vinto”.

Difficile leggere il racconto del conduttore senza emozionarsi, però adesso che si è aperto e ha raccontato di cosa ha sofferto in passato è più facile capire perché una bella persona come Maria De Filippi lo abbia voluto nella sua squadra.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!