Loredana Bertè: ‘Sono senza soldi è un mutuo da pagare e non voglio finire…’

Il dramma di Loredana Bertè: ‘Sono senza soldi è un mutuo da pagare e non voglio finire…’

Tra i vari personaggi dello spettacolo che sicuramente non se la stanno attraversando bene c’è anche Loredana Bertè.  La nota cantante e sorella della compianta Mia Martini ha alcuni problemi finanziari che le stanno tormentando l’esistenza.

Loredana Bertè e i problemi finanziari dovuti alle spese del mutuo e condominiali

In un’intervista, la rocchettara Loredana Bertè ha rivelato di essere rimasta praticamente senza denaro e che ha un mutuo di circa otto mila e cinquecento euro da pagare ogni due mesi. Secondo la sua testimonianza, le varie spese condominiali l’hanno ridotta sul lastrico. Addirittura non ha più i mobili e la cucina per poter preparare da mangiare.

“Dovete aiutarmi. Non voglio rischiare di fare la fine di Michael Jackson, che se n’è andato solo e pieno di debiti”,

è questo l’appello della nota cantante che interpreta il brano ‘Sei Bellissima’.

Loredana Bertè e i pessimi rapporti con i vicini di casa 

Dalle interviste di Loredana Bertè che aveva rilasciato qualche tempo fa, si era intuito che i rapporti con gli altri condomini e vicini di casa non erano dei migliori. L’artista stessa è tornata sull’argomento dichiarando questo:

“I rapporti con i vicini sono pessimi. E’ un momento no, devo guadagnare dei soldi per poter cambiare casa e ricominciare a vivere”.

Non solo Loredana Bertè, anche altri personaggi dello spettacolo hanno problemi finanziari

Loredana Bertè non è la prima artista del panorama televisivo italiano che negli ultimi anni ha avuto dei problemi economici. Basti pensare a Claudio Lippi, Marco Baldini, Lorenzo Crespi e tantissimi altri ancora. Ovviamente questi sfoghi hanno creato una serie di polemiche da parte dei semplici cittadini che, molto spesso hanno una pensione inferiore a mille auro mensili e stando arrivano a sbarcare il lunario. Molto di essi, infatti, si sono scatenati con dei commenti negativi e feroci sui vari social network.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!