Salvini espulso da Maiorca: “Xenofobo, razzista, qui non è gradito perchè…”

Salvini
Salvini cacciato da Maiorca

Il consiglio dell’isola spagnola ha approvato una mozione secondo la quale Salvini viene espulso in quanto «persona non gradita». Il Ministro reagirà a questo affronto?

Matteo Salvini non ha buoni rapporti con la Spagna, questo è ormai noto. Adesso però l’ostilità è più che ufficiale. L’Isola di Maiorca ha deliberato di non trovare Salvini persona gradita, pertanto al nostro vicepremier leghista non è possibile sbarcare sull’isola.

Salvini espulso da Maiorca

Se volesse andare in vacanza sull’isola di Maiorca, il nostro Ministro Matteo Salvini dovrebbe cambiare meta. L’isola ha, poche ore fa, deliberato di non volere assolutamente che una “persona xenofoba” come Salvini metta piede sull’isola.

Ormai è scontro aperto tra la Spagna e il leader leghista. La penisola iberica è stata fortemente critica nei confronti delle scelte italiane in merito all’immigrazione e Maiorca ha pensato bene di reagire così. Giovedì il consiglio dell’isola delle Baleari, si è riunito in plenaria, e ha approvato una mozione per ufficializzare il fatto che per loro il ministro degli Interni italiano è persona «non gradita».

A diffondere la notizia è il Diario de Mallorca che spiega come la mozione sia stata presentata dai partiti Podemos, Més e PSIB ed è stata approvata all’unanimità dopo due emendamenti proposti da altri partiti.

Un affronto all’Italia

Il Partito popolare ha fatto richiesta di includere nel testo una denuncia dell’idea prospettata da Salvini di organizzare censimento dei Rom. Podemos è soddisfatto del sostegno ottenuto dalla mozione, che mirava allo stesso tempo a rendere merito alla:

«immensa opera umanitaria delle ONG come Proactiva Open Arms, Lifeline, Proemaid o SMH che hanno salvato decine di migliaia di persone da morte certa nelle acque del Mar Mediterraneo».

Per Podemos le dichiarazioni del nostro Ministro dell’Interno sono terribili e scandalose. Inoltre, secondo lui, i pensieri del vicepremeir

 «distillano una gravissima ed inquietante xenofobia e un evidente disprezzo nei confronti della vita e della dignità umana».

Il testo della moziona approvata, ovviamente, condanna anche, come si legge nel tempo.

l’assenza di garanzie di conformità ai diritti umani offerte dalle politiche migratorie europee».

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!