Gerry Scotti, dichiarazione choc su Frizzi: “Alcune cose subite non gli hanno fatto bene alla salute…”

scotti
Gerry Scotti e e paroel su Frizzi

Parole forti quelle usate nei confronti di Fabrizio Frizzi da parte di Gerry Scotti. Qualche settimana dopo la morte del presentatore parecchi colleghi si sono lasciati andare a confidente e Scotti ha rivelato la sua opinione circa il lavoro del conduttore

Anche se non lavoravano per la stessa rete, Gerry Scotti e Fabrizio Frizzi erano molto uniti e in confidenza. Pochi giorni dopo la morte del collega, Gerry si è lasciato andare a dei pensieri piuttosto tristi e polemici sua morte di Frizzi.

Scotti, la morte di Frizzi

Non è l’unico Gerry Scotti a pensare che il conduttore recentemente scomparso Fabrizio Frizzi meritava più dalla Rai e dalla televisione in generale. In un’intervista di qualche mese fa, il conduttore 61enne ricorda così il presentatore scomparso i 26 marzo scorso.

Frizzi è morto improvvisamente, per un’emorragia cerebrale. Sembrava stare meglio, la sua morte è stato un fulmine a ciel sereno. I due si conoscevano da più di vent’anni e spesso si erano ritrovati a condurre i loro quiz (L’Eredità uno, The Wall l’altro) allo stesso orario su reti opposte. Non si sono mai fatti la guerra però, han sempre avuto rispetto l’uno per l’altro.

Il pensiero di Gerry

Scotti stimava tantissimo Frizzi e l parole dette subito dopo la morte del presentatore non fanno altro che confermarlo. Il volto Mediaset ha rivelato anche che spesso l’ex marito di Rita Dalla Chiesa è stato costretto ad ingoiare rospi non proprio leggeri. In un’intervista a Chi racconta:

«A Fabrizio è capitato un paio di volte di dover mandare giù un rospo e non credo che abbia fatto bene né alla carriera né alla salute, qualche pecca nel meccanismo c’è stato e lui ha saputo passarci sopra e portare il suo impegno rimanendo Fabrizio Frizzi»

Un’accusa che Scotti rivolge soprattutto contro la Rai e alla sua emarginazione del presentatore amatissimo dagli italiani.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!