“Vergognati!!” sfrutta il nome di Salvini per vendere di più: sommerso dalle critiche sui social

Salvini
Sfrutta il nome di Salvini per promuovere il suo albergo

Anche i sostenitori di Salvini possono commettere degli errori, degli autogol imperdonabili. Un albergatore, per esempio, ha pensato bene di usare il nome del Ministro per fini commerciali

Un hotel campano ha pensato bene di sfruttare i nome e a popolarità di Matteo Salvini proponendo a tutti i suoi sostenitori un’offerta speciale. Il direttore, con un tweet in evidenza, ha rivelato a tutti la sua proposta: sei salviniano? Hai diritto ad uno sconto.

Salvini, usato per vendere più camere

Con un tweet in evidenza su Matteo Salvini, l’albergatore campane ha provato a vendere di più. Ma l’offerta non ha fatto altro che produrre pubblicità negativa per l’albergo. Il motivo? Il fatto che fosse un’offerta che creava privilegi in base all’appartenenza politica.

Lo sconto infatti, come riporta il tweet ora eliminato e diffuso dalla pagina dei Sentinelli di Milano, era riservato  “a tutti gli amici sostenitori di Salvini”. Con un hashtag come #Salvininonmollare era più che evidente.

Una promozione nata dopo l’attacco di Maiorca

Nel tweet l’albergatore campano specifica anche il motivo dell’offerta, una trovata turistica per incentivare il turismo nella nostra Italia piuttosto che in Spagna, in particolare a Maiorca.

Ecco cosa ha scritto il titolare della struttura:

“Maiorca respinge a Salvini. Peggio per loro! Un tappeto rosso se verrebbe da noi”.

A parte per l’evidente errore grammaticale, l’albergatore è stato letteralmente massacrato sui social: un’offerta simili in primo luogo sfrutta senza consensi il nome di un personaggio pubblico e politico, ma crea anche una forma di razzismo.

Ovviamente, l’albergatore non si è fatto scappare la possibilità di offrire al Ministro dell’Interno un bel soggiorno nel suo albergo. In seguito alle tantissime proteste, l’albergatore ha fatto marcia indietro e ha cancellato il post.

L’indignazione colpisce anche su TripAdvisor: dove alcuni utenti hanno deciso di lasciare una recensione negativa:

“Gestito da razzisti”, “discriminano la clientela in base alle loro idee politiche”. “Vergognati”

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!