Gigi D’Alessio sul lastrico: ‘Non ho più un soldo. Ecco cosa farò adesso’

Gigi D'Alessio

Sembra strano ma Gigi D’Alessio è pieno di debiti. Il noto cantautore partenopeo che recente ha ritrovato la serenità con Anna Tatangelo, deve molti soldi alle banche e addirittura 200 mila euro ad una sua amica vip, ovvero Valeria Marini. Come ha riportato il noto quotidiano ‘Corriere della Sera’, il noto cantautore deve uscire dai debiti a causa di una serie di investimenti andati male. Uno su tutti il progetto fallito di ‘Lambretta Italia’, in collaborazione con Giovanni Cottone, l’ex marito di Valeriona nazionale.

Gigi D’Alessio e i debiti per le scelte lavorative sbagliate

“Canterò e farò concerti a lungo perché sono felice quando riesco a dare emozioni”,

sono queste le dichiarazioni di Gigi D’Alessio. Quest’ultimo, inoltre, ha affermato che dovrà rimboccarsi le maniche perché per i prossimi 15 anni canterà anche per pagarsi i debiti. Il cantautore napoletano ha detto anche che onorerà gli impegni in attesa e che qualcun altro onori i suoi, ovviamente si riferiva a Cottone.

“Perché io, in questa storia, sono vittima non carnefice”,

ha concluso il compagno di Anna Tatangelo che alcuni giorni fa è stato paparazzato con la giovane cantante di Sora in atteggiamenti molto intimi.

Il patrimonio della società intestata a Gigi D’Alessio è stato pignorato 

La ‘Gigi D’Alessio Holding’, ovvero l’insieme delle società riconducibili all’artista partenopeo, ha debiti superiori ai Cd venduti. Si parla di circa 25 milioni euro contro i 20 milioni di dischi. Tutto il patrimonio immobiliare di famiglia D’Alessio e ogni fonte di reddito sono stati giustamente pignorati.

Su due mutui, uno per una casa in Sardegna e un altro per l’appartamento romano, c’è un piano di rientro delle rate scadute. Mentre la Banca ‘Unicredit’ ha ottenuto un’ipoteca dopo un’azione giudiziaria sulla villa di Porto Rotondo, in provincia di Olbia. Inoltre, sono finite in garanzia anche ville, diversi terreni, appartamenti e società.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)