Ermal Meta e l’intervista contro Salvini: “Con la sua politica anti migranti non….”

Salvini
Meta contro Salvini

Anche Ermal Meta prende una posizione contro il leader della Lega Matteo Salvini. Secondo il cantante la politica adottata dal Ministro dell’Interno è sbagliata e se fosse stata attuata prima lui non sarebbe qui

Un attacco che nasce da un’esperienza personale quello di Ermal Meta a Matteo Salvini. In un’intervista a Donna Moderna il cantante ha finalmente e ufficialmente preso una posizione nei confronti de Ministro più criticato della storia.

Salvini, attaccato dal cantante albanese

Ermal Meta in un’intervista a Donna Moderna ha rivelato la sua opinione su Salvini, senza peli sulla lingua:

“Se quello che sta succedendo adesso in Italia fosse accaduto 24 anni fa, io non sarei qui a scrivere canzoni, fare musica, andare in tv ed esibirmi ai concerti. E come me tanti altri”.

Il cantante, in coppia con Fabrizio Moro ha trionfato su tutta la linea nell’ultimo Sanremo e ama tantissimo l’Italia. Arrivò nel nostro paese, a Bari, dall’Albania, insieme alla madre, un fratello e una sorella. Era il 1994 e Meta aveva 13 anni. Meta, triste racconta:

“I confini esistono, però so che esistono le persone prima dei confini, bisognerebbe dare una possibilità alla vita”.

Il cantante contro la chiusura dei porti

Meta non è per niente d’accordo quindi, con la decisione di Salvini di chiudere i porti ai migranti. Al Magazine confessa a cuore aperto:

“Mi ha fatto male leggere alcune cose ultimamente. Non esiste un diritto di nascita più di un altro. Oggi c’è una parte del mondo che soffre e cerca di riscattare la propria esistenza, di non morire. Molti anni fa quella parte del mondo mi riguardava perché io c’ero dentro. Eppure le soluzioni non si vogliono trovare. Questa stagnazione del pensiero mi fa paura”.

Non è il primo né l’unico cantante che non apprezza il vicepremier leghista. Ultimamente contro di lui è tornata all’attacco Fiorella Mannoia ma anche il rapper Gemitaiz che ha usato toni molto aggressivi contro il leader del Carroccio.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!