Caso Ragusa, arriva la sentenza: “L’ha uccisa il marito Logli per questione di…”

Logli
Logli condannato per l'omicidio di Roberta Ragusa

Roberta Ragusa non è mai stata ritrovata ma il tribunale la reputa ormai una donna morta, assassinata dal marito Antonio Logli e le motivazioni sono ben chiare

Antonio Logli è il colpevole della morte di Roberta Ragusa anche se lui si ritiene ancora innocente. Una sentenza con una motivazione più che dettagliata.

Antonio Logli, la sentenza del tribunale

Per la morte di Roberta RagusaAntonio Logli, è stato condannato anche in appello a vent’anni di carcere. L’accusa è di omicidio e distruzione del cadavere. Si tratta però «certamente un processo di natura indiziaria» ma la ricostruzione dell’accusa ha resistito anche nel procedimento d’appello.  E’ questo che si evince dalle motivazioni della sentenza appena depositate dai giudici fiorentini.

Secondo la corte d’appello, nonostante certe inesattezze relative da alcune testimonianze:

«il compendio probatorio non risulta significativamente sminuito, data la assoluta complementarietà e convergenza degli degli elementi indiziari e logici che nella doverosa osservazione globale del dato probatorio conducono a risultati di confortante certezza».

Pare infatti che i due coniugi vivessero da tempo una crisi matrimoniale per via della relazione di Logli con Sara Calzolaio. Secondo alcuni amici e famigliare della donna, Roberta aveva manifestato l’intenzione di volersi separare dal marito.

La sentenza contro Logli

E’ impossibile che Roberta, almeno secondo i giudici, si sia allontanata spontaneamente.
Non c’erano segni, nella sua vita che facessero pensare a questa sua intenzione che non poteva venire di punto in bianco.

Da qui la conclusione che non solo su Logli ci sono:

«una lunga serie di indizi convergenti e rilevanti in ordine all’omicidio della moglie»

Inoltre, la difesa non ha formulato:

«alcuna alternativa ricostruzione globale della vicenda che ne esclusa la responsabilità».

Antonio Logli quindi sarebbe l’assassino di Roberta Ragusa. Il motivo che l’avrebbe spinto? La paura di perdere tutto, quindi motivi economici.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!