Arrestati gli aggressori di Daisy. La rivelazione choc di Salvini: “Uno è il figlio di un…”

Salvini
Salvini, il post sui social contro il Pd sul caso Daisy

La cronaca ha parlato a lungo dell’aggressione a Daisy, l’atleta italiana di colore: i carabinieri hanno arrestato gli aggressori e Salvini ha commentato la cosa con parole molto scottanti

Matteo Salvini non ha potuto fare a meno di commentare quanto scoperto dai carabinieri che con un lavoro impeccabile hanno acciuffano gli aggressori dell’atleta.

Salvini e post contro gli aggressori di Daisy

A lungo si è parlato nei telegiornali dell’aggressione all’atleta Daisy: Salvini era stato accusato di istigare atti violenti contro le persone di colore e quindi, indirettamente, anche dell’aggressione alla giovane discobola.

A quanto pare però la verità è un’altra. Il Ministro dell’interno non c’entrerebbe nulla con quanto accaduto all’atleta. Gli aggressori non avrebbero agito per razzismo, ma per puro “divertimento“, volevano semplicemente colpire qualcuno con le uova.

Il post contro il PD

Il Ministro dell’Interno ha denunciato con un lungo post su Facebook quello che è venuto a sapere sull’aggressione della ragazza e ovviamente non può che scagliarsi contro il PD che ha usato l’aggressione contro di lui.

Nel post, infatti, il vicepremier leghista rivela che le ragioni che hanno spinto gli aggressori ad agire in quel mondo non c’entrano assolutamente nulla con lui e anzi, pare abbiano più a che fare col PD. Tra gli aggressori, configurerebbe anche un ragazzo figlio di un consigliere comunale del PD.

Sicuramente il partito replicherà alle parole del Ministro e troverà come sempre il modo per uscirne pulito da quest’ultima calunnia nei confronti del leader del carroccio che ormai ne subisce ogni giorno di tutti i colori e non solo dai colleghi politici. D’altronde se c’è una cosa che non si può dire che il Ministro dell’Interno non sa fare è proprio farsi nemici.

Ecco il post: