Maria De Filippi confessa la sua malattia: ecco qualè

Maria De Filippi confessa la sua malattia: ecco qual’è

Maria De Filippi si sta godendo una meritata vacanza in attesa di ritornare a lavoro con le registrazione dei suoi programmi. Infatti il 10 settembre 2018 ripartirà la nuova stagione del dating show Uomini e Donne’, successivamente il talent ‘Amici’ e anche il programma del sabato sera di Canale 5 ‘Tu si que vales’. La moglie di Maurizio Costanzo è una persona super attiva, infatti undici mesi all’anno lavora nella produzione dei suoi show. Ma non tutti sanno che Quenn Mary soffre di una patologia. Di cosa si tratta? Nel prosieguo dell’articolo troverete tutti i dettagli.

Maria De Filippi confessa ad un noto settimanale di gossip di soffrire di ipocondria

In una recente intervista Maria De Filippi ha svelato che, come l’attore e regista Carlo Verdone, soffre di ipocondria. La conduttrice, però, ha ammesso anche di essere diventata esperta della situazione studiando tutti i farmaci e cure per questo tipo di malattia. A quanto pare, il suo grande terrore è chiamare i medici a notte inoltrata. Infatti, la sua rubrica telefonica è pienissima dei numeri di specialisti, dottori che non esita chiamare se si dovesse accorgere di stare male.

Maria De Filippi e le precauzione che prende per non avere attacchi di panico durante l’intera giornata 

A quanto pare Maria De Filippi è quasi sempre in uno stato di ansia. Per questo motivo la nota conduttrice ha deciso di auto-tutelarsi. Secondo le fonti vicine a Quenn Mary, quest’ultima ha in borsa ha sempre con sé un pulsometro per misurare il battito cardiaco e la saturazione. Inoltre sul suo telefonino, è presente anche il numero di un primario in rianimazione. Nelle sue trasmissioni, la conduttrice appare come una donna serena e tranquilla, molto pacata. E ovviamente questa notizia ha lasciato veramente esterrefatti tutti i suoi numerosi fan che non pensavano che Maria De Filippi arrivasse a tanto.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)