Sgarbi show, Fico: “Usi un linguaggio consono”. E lui: «Vaff…» – VIDEO

Sgarbi
Sgarbi contro Fico

Vittorio Sgarbi è noto per avere un carattere piuttosto fumantino. Non si lascia mai scappare la possibilità di fare un suo piccolo divertente show anche nelle occasioni più formali

Come politico Vittorio Sgarbi è forse troppo focoso. Il critico d’arte e storico, sa sempre come prendere fuoco. Gli basta un piccolo consiglio per cadere quasi involontariamente in una raffica di insulti.

Sgarbi e la reazione esagerata in Parlamento

Spesso invitano Vittorio Sgarbi in trasmissione per fare alzare un po’ lo share. E’ quasi involontaria ogni sua reazione però. Il critico si accende tropo celermente. Perchè mai questa volta ha avuto una reazione così forte?

Molti parlamentari, probabilmente, non vedono l’ora di andare in Parlamento solo per assistere al suo show. Almeno tiene un po’ viva l’atmosfera visto che alcuni politici finiscono col prendere sonno.

Le parolacce di Sgarbi

Questa volta il siparietto è iniziato mentre si parlava del Decreto dignità in Aula, alla Camera. Il presidente Fico dà la parola a Sgarbi. I toni all’inizio sono pacati, nulla lasciava presagire quanto poi è accaduto.

Il critico ha fatto un intervento appassionato da critico d’arte, contro il divieto dei musei gratuiti e sugli interventi contro le ludopatie. Il Movimento 5 stelle vogliono, ha concluso Sagarbi:

“Chiudere i musei gratis, per farli pagare. E allora se io non apro i musei dalle 6 di sera a mezzanotte, che alternativa avrò a quei giochi su cui vanno quei ragazzi disperati a cui vietiamo tutto? Apriamogli i luoghi del piacere dell’intelligenza, mettiamo ristoranti bar e perfino una piccola macchina per il cretino che vuole giocare con la slot machine mettiamola lì vicino a Botticelli. Ma non vietiamo, esaltiamo, incitiamo la conoscenza. Vietare è un crimine.”

Ma il critico ovviamente non si ferma al preambolo artistico, storicio e filosofico e va – come suo solito- oltre…troppo oltre:

Se avete letto Foucault, se avete letto i grandi… Leggete voi della sinistra colta che siete piu colti di tanta destra armata, quelli che dicono “vietato vietare” e smettetela di rompere i coglioni vietando… e i coglioni sono i miei e me li rompo come voglio

Se non fosse esploso in questo modo non sarebbe stato il suo Sgarbi. Le parolacce però fanno subito intervenire Roberto Fico:

«Deputato Sgarbi, usi un linguaggio più consono, è la seconda volta questa…».

Il critico risponde ironico:

«Certo»

E poi aggiunge come se nulla fosse:

«vaffanculo…».

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!