‘Asessuali? Sono strani e malati’: Paola Perego di nuovo nei guai

‘Asessuali? Sono strani e malati’: Paola Perego di nuovo nei guai

Alcune ore fa una nuova polemica ha travolto Paola Perego e con lei Laura Campiglio, la nota conduttrice di Radio Rai2.

“Gli asessuali sono malati, quelli che nonostante il caldo e l’estate non battono chiodo”,

sono queste le clamorose dichiarazioni che le due presentatrice hanno fatto durante la loro trasmissione radiofonica. Entrambe, però, sono state molto irrispettose verso coloro che non provano interesse sessuale o non hanno desiderio per il sesso.

Paola Perego e la battutaccia contro gli asessuati crea una grossa polemica sul web 

Durante la trasmissione radiofonica ‘Al posto del cuore’, Paola Perego, precedentemente allontanata un paio d’anni fa da ‘Parliamone sabato’ dopo un servizio sul ‘perché gli uomini che preferiscono le donne dell’est’ ha considerato gli asessuali malati, quelli che non battono chiodo nemmeno con il caldo, il sole e il tramonto’. Mentre la sua collega Laura Campiglio ha detto questo:

“Tappate le orecchie ai bambini: gli asessuali. Può capitare a noi tutti, anche alle famiglie di andare in bianco, queste persone invece no. Non sono interessate al sesso e lo rivendicano fortemente come scelta di vita”.

Il presidente di Arcigay Modena contro Paola Perego e la collega Laura Campiglio

Il tono di come sono state fatte le battute da Paola Perego e la Campiglio non è piaciuto affatto a numerosi ascoltatori della trasmissione ‘Al posto del cuore’. Infatti molti di loro si sono lamentati sui vari social network. Anche Francesco Donini, il presidente di Arcigay Modena ha perso le staffe commentando così quello che è successo su Radio 2:

“Complimenti vivissimi per la puntata di ‘Al posto del cuore’ del 04/08. Le due conduttrici non si sono fatte mancare nulla nel commentare una comunità come quella delle persone Asex”.

Ci saranno delle conseguenze negative per l’ex conduttrice di Forum? Ecco il post di Francesco Donini sul suo profilo Facebook.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!