Napoli, il consigliere immigrato necessita dell’interprete: Salvini stronca De Magistris: “No…

Salvini
Il consigliere immigrato e l'incoerenza di De Magistris per Salvini

E’ davvero assurdo: di italiani con le carte in regola per un lavoro di consigliere ce ne sono tantissimi, eppure il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha preferito scegliere un immigrato che non sa nemmeno l’italiano, il commento di Salvini è diventato virale

Salvini non ha potuto fare a meno di commentare l’ennesima assurdità del sindaco di Napoli Luigi De Magistris che ha scelto di assumere un consigliere napoletano, secondo il Ministro, solo per propaganda. Il consigliere, infatti non sa nemmeno parlare l’italiano.

De Magistris e la gaffe del consigliere

Il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris è stato molto criticato da Salvini ma non solo, anche da tanti italiani che non ritengono giusta l’assunzione del consigliere immigrato. Il Ministro dell’Interno ha stroncato il sindaco con un commento lapidario che ha fatto subito il giro del web.

Non è normale che con la disoccupazione che dilaga in italia, soprattutto giovani e soprattutto al meridione, si scelga di assumere personale privo dei requisiti necessario per fare il consigliere: la conoscenza della lingua italiana.

Il consigliere e l’uso dell’interprete

Viraj Prasanna Mihindukulasuriya era già finito nella bufera dopo che Giorgia Meloni sulla sua pagina Facebook aveva condiviso un video in cui mostrava tutte le sue lacune in merito alla lingua italiana. Questo aveva scritto la leader di destra:

“Meraviglie del multiculturalismo. Il primo consigliere extracomunitario al Comune di Napoli non parla italiano. Un ottimo requisito per partecipare alle riunioni del consiglio comunale. Vabbè”.

Il consigliere potrà assistere alle sedute e prendere parola (ma non votare). Ma non conosce bene l’italiano, come si fa?  Semplice: si ricorre all’ interprete. Il cingalese ha raccontato:

 “L’ assessore mi ha detto che con le mie difficoltà di comunicazione avrei avuto problemi in futuro. La dottoressa Sardu mi ha chiesto se volevo andare avanti o presentare le dimissioni. L’ assessore mi ha consigliato di dimettermi perché i giornalisti avrebbero continuato ad attaccarmi”,

La Sardu ha lo ha difeso sostenendo la sua elezione “democratica” e ha ribadito che la lingua non è un problema, la imparerà. Intanto Salvini ha commentato l’ennesiva prova di incoerenza con questo commento:

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!