Al cinema gli immigrati ci vanno gratis: chi paga il biglietto? L’iniziativa che indegna gli italiani

Al cinema gli immigrati ci vanno gratis: chi paga il biglietto? L’iniziativa che indegna gli italiani

Il cinema Beltrade, nota sala cinematografica del capoluogo lombardo, ha lanciato un’iniziativa che ha alzato un vero e proprio polverone mediatico. I proprietari hanno dato la possibilità di comprare un biglietto del cinema a un immigrato. ‘Karmaticket’ è il nome dell’iniziativa e a quanto pare interesserà i tantissimi richiedenti asilo che si trovano a Milano, specialmente nel quartiere dove si trova la struttura. Quest’ultima, infatti, sorge a pochi passi dalla multietnica via Padova a pochi passi dalla Stazione Centrale. Quindi da ora in poi ogni immigrato ha sempre un posto gratis in prima fila.

Cinema milanese offre biglietti gratis ai migranti per integrarli alla società

La nuova iniziativa del cinema milanese prevede il costo del biglietto è a prezzo ridotto, ovvero a soli 3 euro. Il messaggio è stato diffuso attraverso la pagina Facebook del Beltrade, che in città è uno dei cinema più famosi.

Il post in questione ha ricevuto più di mille mi piace dei fan che, in tanti hanno aderito all’iniziativa comprando il biglietto per gli immigrati e in cambio riceveranno un ingresso omaggio. I biglietti sono validi per le proiezioni dal 22 agosto in poi. Infatti in questi giorni la struttura è chiusa per ferie estive.

Biglietto gratis ai richiedenti asilo: polemica da parte di numerosi cittadini italiani 

L’iniziativa del cinema gratis per i migranti non è stata apprezzata da tutti. Molti italiani hanno fatto notare sui vari social network che sono molti i cittadini del nostro Paese in difficoltà. I gestori del Beltrade, però, non ci stanno affermando che questa iniziativa servirà solamente all’integrazione. Ricordiamo che il biglietto intero del cinema costa 7 euro, mentre il ridotto 5. Nella zona del Beltrade e nelle vie circostanti vivono centinaia di immigrati e la sicurezza scarseggia. Inoltre, alle spalle della struttura milanese sorge un centro di accoglienza per immigrati. Ecco il post sulla pagina Facebook.