Papa Francesco cambia il ‘Padre Nostro’: ecco come si reciterà d’ora in poi

Papa Francesco cambia il ‘Padre Nostro’: ecco come si reciterà da ora in poi

Una notizia che spiazza tutti. Dal prossimo novembre il ‘Padre Nostro’ cambierà. Una delle preghiere più conosciute e popolari della religione cattolica subirà una correzione. Inizialmente anche la Spagna e la Francia hanno modificato il testo. L’iniziativa è partita da Papa Francesco che, grazie alla Conferenza episcopale dei vescovi, rivoluzionerà un po’ la preghiera.

Papa Francesco cambia la preghiera ‘Padre Nostro’: ecco il motivo 

Il passaggio incriminato è quello che recita la seguente frase: ‘non indurci in tentazione’, che tra pochi mesi diventerà: ‘non abbandonarci alla tentazione’. Una questione lessicale che all’apparenza sembra semplice, ma che in realtà si porta dietro una serie di risvolti teologici.

“Può Dio indurre in tentazione l’uomo?”,

si è domandato Papa Francesco. Quest’ultimo ha affrontato l’argomento in questione durante l’incontro coi giovani al Circo Massimo di Roma. Il Santo Padre ha affermato che nella preghiera del Padre Nostro c’è una richiesta, ovvero di non ci indurre a tentazione.

Papa Francesco: la traduzione del ‘Padre Nostro’ poteva sembrare equivoca

Questa traduzione italiana è stata cambiata recentemente, perché poteva sembrare equivoca.

“Può Dio Padre ‘indurci’ in tentazione? Può ingannare i suoi figli? – ha chiesto – Certo che no. Infatti una traduzione più appropriata è: ‘Non abbandonarci alla tentazione’. Trattienici dal fare il male, liberaci dai pensieri cattivi…”,

ha dichiarato Papa Francesco. Quest’ultimo, inoltre, ha ribadito che a volte è l’uomo a tradire le parole del Vangelo. Quale sarà la reazione dei fedeli? Sono d’accordo con questo cambio di frase?

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!