Il dramma del cantante Pupo: “Più di 3 milioni di debito e la dipendenza…”

pupo
Pupo il dramma

Il cantante Pupo rivela il suo passato fatto di una forte dipendenza sessuale e di problemi economici che però non hanno abbassato il suo tenore di vita

Pupo è ed è stato un cantante molto amato in Italia ma anche e soprattutto all’estero. Enzo Ghinazzi ha avuto periodi davvero difficili nella sua vita e li ha raccontati in un’intervista a cuore aperto alla Zanzara.

Pupo si racconta

Il cantante ha raccontato dei suoi problemi in un’intervista de La Zanzara. Pupo ha parlato della sua dipendenza dal gioco e dalle donne senza peli sulla lingua:

“La povertà non so nemmeno cosa sia. Ero pieno di debiti ma senza mai abbassare il tenore di vita. Mi bastava prendere la chitarra e andare in 3 quarti di mondo. Ci mettevo niente ad alzare 10mila euro”.

Qualche anno fa, il cantante ha anche provato a  fare l’imprenditore con la proprietà di un albergo:

“Una roba di lusso, all’inizio del 2000 se l’era preso la banca: avevo 3 milioni e 200 mila euro di debito, tra gioco e investimento sbagliato. Poi, l’ho ricomprato per ripicca: 400 mila euro cash, anche se non so che farmene”.

Debiti, donne e gioco d’azzardo

Pupo ha raccontato anche della sua vita privata più volte balzata alle cronache, soprattutto dopo il caso delle Iene:

“Io non sono bigamo, la bigamia è illegale in Italia. Io sono circondato da una moglie, una compagna, una madre, tre figlie, c’è pure Valentina, e Viola, la nostra favorita, la nipotina di 5 anni. Anna è una donna semplice, Patricia di classe. Diverse ma simili nella grande intelligenza. Non accetterei mai che una di loro mi tradisse. Patricia è possessiva, la chiamano “il Rottweiler”. Anche Anna è gelosa ma è più brava a nasconderlo”.

Su Patricia però fa una precisazione:

“Da quando sto con Patricia l’aspetto sessuale va meglio, prima era una malattia. Negli anni ’80 della megalomania pura, quando prendevo il Concorde da Parigi per vedere una donna a New York, avevo raptus continui. Le prendevo nei camerini e nelle camere d’albergo. Essere piccoli non aiuta, più raccolto sei, più sei soggetto a tempeste ormonali. Me l’ha confermato l’andrologo, ho il testosterone a mille. Ora sono più sereno, meno frequenza ma qualità alta”.

A  ‘Diva e Donna’ Pupo ha fatto anche una confessione piuttosto piccante:

“Io con le mie 2 donne non ho mai fatto sesso insieme. Sono all’antica come padre ma, per il resto, molto aperto. Ho avuto anche tentazioni omosessuali, praticate una volta per errore. Con un travestito all’Hotel Windsor di Milano, ma pensavo fosse una donna. Dopo che ho scoperto che era un uomo ero troppo eccitato, non ce l’ho fatta a tornare indietro”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!