Senatore Airola M5s, tenta il suicidio dopo il crollo del ponte Morandi: i motivi del gesto

Airola
Il Senatore Airola ha tentato il suicidio

Il Senatore Alberto Airola del M5s poche ore fa ha tentato il suicidio nel suo appartamento a Torino. La sorella ha evitato il peggio

Il M5s di certo non si aspettava di affrontare una notizia simile: Alberto Airola, senatore grillino, ha tentato il suicidio nella sua abitazione di Torino. Ecco cosa è successo.

Il Tentato suicidio di Airola

Alberto Airola, M5s, ha tentato il suicidio, ma per fortuna non è riuscito a portare ino in fondo il disperato gesto. Airola abita a Torino, nel quartiere Aurora. A dare la notizia il quotidiano La Stampa. Airola è attualmente ricoverato all’ospedale San Giovanni Bosco e da giovedì sera per fortuna non sarebbe più in pericolo di vita.

A dare l’allarme è stata la sorella del politico che vive in un paese in provincia di Torino. Gli inquirenti hanno trovato nella sua abitazione due lettere, una indirizzata alle forze dell’ordine, l’altra ai familiari.

L’aggressione ad Airola

Nella notte tra il 3 e il 4 settembre 2017, Airola è stato vittima di un’aggressione da parte di un gruppo di spacciatori mentre stava rincasando. I tre pusher sono finiti poi dietro le sbarre e condannati per rapina e lesioni. Airola aveva riportato la frattura della mandibola.

L’ultimo post del grillino è relativo al 14 agosto per il crollo del ponte Morandi:

«Sono scioccato da quello che è successo a Genova. Sono addolorato e angosciato per le vittime, i feriti e i loro cari».

Airola, 48 anni, noto per le sue battaglie No Tav, è al secondo mandato come senatore.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!