Autostrade, il Partito democratico attacca Salvini: ‘Nel 2008 votò il Salva Benetton e…’

Autostrade, il Partito democratico attacca Salvini: ‘Nel 2008 votò il Salva Benetton e…’

A distanza di alcuni giorni la tragedia di Genova che ha visto il crollo del ponte Morandi, non si placano le polemiche che si sono create intorno a questa disgrazia. A ventiquattro ore dopo i funerali solenni che si sono svolti nel capoluogo ligure, si è tornati a puntare il dito contro Matteo Salvini. Durante le esequie i membri dell’attuale governo sono stati applauditi dai presenti mentre quelli del Partito democratico hanno ricevuto solo fischi. Secondo quanto sostenuto da Debora Serracchiani, deputata dem, nel 2008 l’attuale ministro dell’Interno, otto anni fa membro della Camera, aveva votato il cosiddetto ‘salva Benetton’.

L’accusa dell’esponente del Partito democratico Serracchiani al leader della Lega Matteo Salvini 

“Nel 2008 Matteo Salvini votò a favore del cosiddetto ‘Salva Benetton’, che diede al gruppo le concessioni molto vantaggiose per Autostrade. Governava con Berlusconi. Ora non se lo ricorda più? Meglio rinfrescargli la memoria”,

è questo il tweet della deputata del Partito democratico.

Esponenti del Partito democratico contro Matteo Salvini 

Quest’ultima, inoltre, ha riportato lo screenshot della votazione per la conversione in legge del decreto-legge 8 aprile 2008. Quel giorno alla Camera dei Deputati si votavano le disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e l’esecuzione di sentenze della Corte di giustizia europea. Il decreto, come sostenuto dalla stessa Debora Serracchiani, avrebbe garantito concessioni vantaggiose per la società Autostrade. Il tweet dell’esponente del Partito democratico è stato ripreso anche da Matteo Orfini, presidente e deputato del Pd.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!