Emma Marrone denuncia Fabrizio Corona: ecco il motivo

Emma Marrone denuncia Fabrizio Corona: ecco il motivo

E’ ormai noto che Fabrizio Corona fa di tutto per far parlare di sé. Alcune ore fa, però, l’ex re dei paparazzi ha tirato in ballo Emma Marrone. La cantante salentina ha letteralmente perso le staffe contro l’ex di Nina Moric tanto da rivolgersi ai suoi avvocati per denunciarlo. Ma per quale motivo? Nel prosieguo dell’articolo troverete tutti i dettagli.

Emma Marrone e lo sfogo social contro la rivista di Fabrizio Corona 

In questo periodo, Emma Marrone è molto impegnata col suo tour in giro per tutta Italia. L’ex allieva di ‘Amici’ non è mai stata tanto fortunata in amore. Infatti, dopo la storia naufragata col ballerino Stefano De Martino, l’artista pugliese non ha più avuto un uomo al suo fianco. Questo ha alimentato molto il gossip e, addirittura, alcuni haters hanno affermato che Emma Marrone fosse lesbica.

E a proposito di questo vocabolo, alcuni giorni fa il periodico ‘Io Spio’, ideato da Fabrizio Corona ha deciso di mettere nella copertina una foto della Marrone e la seguente didascalia: ‘Emma lesbica? Ecco tutta la verità!’. L’iniziativa dell’ex paparazzo ha scatenato la rabbia della diretta interessata che ha replicato su Instagram così:

“Adesso ve la dico io la verità.
La verità è che fate schifo, molto schifo!
La verità è che questo paese sta tornando nel Medioevo e l’omosessualità sta diventando un problema da “combattere”.

Emma Marrone denuncia l’ex re dei paparazzi 

Dopo questo duro sfogo social di Emma Marrone, molti suoi colleghi e vip hanno appoggiato la cantante salentina. L’autore televisivo Gabriele Parpiglia, addirittura ha consigliato alla ragazza di denunciare Fabrizio Corona. Consiglio che la diretta interessata avrebbe già messo in atto rivolgendosi ai suoi legali per difendersi da certe illazioni che circolano sul suo conto.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)