Registrare la voce – La cuffia e i monitor

Cuffie

Quando registrate la voce usate le cuffie del tipo più chiuso, così da avere il minimo segnale rientrante nel microfono.
Anche se in ascolto, il materiale rientrato dalle cuffie nel microfono e registrato sulla traccia assieme alla voce, è assolutamente inudibile, a meno di selezionare la sola traccia vocale.
Alcuni cantanti registrano senza cuffie utilizzando in sala di ripresa due monitor fuori fase sui quali viene mandato il segnale della base in mono.

Alcuni consigli:

Usate il giusto volume di ascolto: un volume troppo alto può costringervi, a spingere con la voce, per sentire la base e a cantare “crescenti”.

Usate come base il numero minimo degli strumenti disponibili: basso, batteria e uno strumento che accompagni indicando lo sviluppo armonico del brano.
Ciò vi aiuterà a rendere più ricca la vostra performance canora

Ci sono casi tuttavia, in cui è necessario sentire il suono di strumenti che riempiono i vuoti, così da poter cantare in maniera episodica, e non a melodie distese.
Senza l’apporto degli strumenti “riempitori” sareste tentati di rendere più affollato il canto.

Aggiungete un po’ di riverbero in ascolto, ma registrate la voce assolutamente senza alcun effetto.

I monitor vanno utilizzati a registrazioni ultimate per verificare la qualità delle tracce vocali.

Non giudicate la registrazione da un ascolto in cuffia.

Se non possedete dei monitor, ma un impianto hi-fi, usate quest’ultimo; tuttavia sappiate che non è affatto la stessa cosa!

Cercate quanto prima di acquistare due monitor, attivi o passivi.
Ecco alcune marche: Alesis, Fostex, Mackie, Genelec.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!