Uomini e Donne, Daniela Ranaldi al veleno contro Giorgio Manetti: ecco le parole che non ti aspetti

Uomini e Donne, Daniela Ranaldi al veleno contro Giorgio Manetti: ecco le parole che non ti aspetti

Senza dubbio una delle veterane del dating show Uomini e Donne è Daniela Ranaldi, soprannominata da tutti Danielona. La donna che da sempre partecipa solo al Trono classico, ha rilasciato un’intervista esclusiva a ‘Uomini e Donne Magazine’, la rivista del programma di Maria De Filippi. Andiamo a vedere cosa ha dichiarato.

Uomini e Donne: Daniela Ranaldi si confessa al magazine del dating show 

Anche se non interviene come una volta, Daniela Ranaldi è sempre presente nel pubblico di Uomini e Donne. Parlando col giornalista della rivista Mediaset, la donna ha parlato del programma della De Filippi, della sua vicenda giudiziaria, dei suoi protagonisti di U6D preferiti e anche del Trono over. E a proposito dei senior, la romana ha detto il suo punto di vista su due colonne del dating show. Naturalmente stiamo parlando del cavaliere toscano Giorgio Manetti e della dama torinese Gemma Galgani.

Daniela Ranaldi dà un consiglio a Gemma Galgani e bacchetta Giorgio Manetti 

Daniela Ranaldi è una delle protagoniste del pubblico di Uomini e Donne da ben 21 anni, cioè dal 1997 quando il programma era molto diverso da ora. Non c’erano tronisti e corteggiatori, ma le persone si confrontavano su temi di vario genere. Ma cosa ne pensa di alcuni protagonisti del parterre senior? Rispondendo ad una domanda del periodico, ha voluto dare un consiglio a Gemma Galgani, rivelando anche il suo pensiero su Giorgio Manetti.

“Le consiglierei di smetterla di farsi trattare male dagli uomini. Mi fa tenerezza”.

Mentre ha usato delle parole più forti per il ‘gabbiano’ fiorentino:

“Invece Giorgio non lo sopporto: penso che sia un “furbetto”. Appena se ne rimane zitto sulla sedia per una settimana, s’inventa qualcosa per rimettersi in vista. Mi dispiace che Gemma si sia innamorata di una persona sbagliata: a lui, di lei, non gliene frega niente“.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)