Chef Rubio contro Salvini: ‘Disonorevole perché il capretto musulmano no e l’agnello cristiano si?’

Chef Rubio contro Salvini: ‘Disonorevole perché il capretto musulmano no e l’agnello cristiano si?’

Dopo alcune settimane Chef Rubio è tornato a farsi sentire attaccando nuovamente il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il conduttore di ‘Camionisti in trattoria’, ha utilizzato il suo profilo Twitter per lanciare una nuova provocazione al leader della Lega Nord. Ma andiamo a vedere cosa ha scritto sul social.

Chef Rubio torna all’attacco contro il leader della Lega Nord Matteo Salvini

“Disonorevole Matteo Salvini mi spieghi perché il capretto ‘musulmano’ no ma l’agnello ‘cristiano’ si? Sta facendo dell’incoerenza il suo ‘life motive’ e il suo esistere. Non finisce mai di stupirmi geniaccio”,

sono queste le parole utilizzate da Gabriele Rubini, alias Chef Rubio. Quest’ultimo, infatti, ha risposto ad un precedente post che il leader del Carroccio aveva postato sulla sua pagina Facebook. Nella giornata di mercoledì, Matteo Salvini ha pubblicato un post criticando la Cerimonia del sacrificio tipica della religione islamica.

 

“Oggi in tutta Italia i fedeli musulmani hanno celebrato la festa che prevede il sacrificio di un animale, sgozzandolo”,

ha scritto il vicepremier Salvini. Quest’ultimo, inoltre, ha affermato che il capretto che ha tra le braccia è stato salvato a Napoli, mentre in Italia ogni giorno centinaia di migliaia di bestie vengono macellate senza pietà.

“Vi faccio una domanda: è normale secondo voi far soffrire così gli animali? Per me no”,

ha concluso il ministro dell’Interno. Dopo queste affermazioni è arrivata la replica di Chef Rubio.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!