La telefonata tra Mattarella e il Premier Conte: il piano per far fuori Matteo Salvini

La telefonata tra Mattarella e il Premier Conte: il piano per far fuori Matteo Salvini

Secondo le fonti vicino al Quirinale il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarebbe molto preoccupato per la vicenda della Guardia Costiera Diciotti. La nave con a bordo l’equipaggio italiano e 187 migranti non può attraccare in un porto del nostro Paese per volere del ministro dell’Interno Matteo Salvini. Un blocco dovuto allo scontro tra Viminale, Farnesina e Unione Europea.

Il braccio di ferro tra Mattarella e il leader della Lega Nord Matteo Salvini 

Un vero e proprio pasticcio politico che il Sergio Mattarella ha deciso di intervenire telefonando al Premier Giuseppe Conte. Il Presidente ha imposto al capo di Governo di avere una mediazione col leader della Lega Nord Salvini. Per il momento i risultati sono stati parziali, infatti il vicepremier ha dato l’autorizzazione di far scendere dalla Diciotti solo 27 ragazzini dall’età compresa 14-16 anni. Ma il leader del Carroccio non intende mollare e lo ha riferito pubblicamente sulla sua pagina Facebook minacciando di dimettersi.

La telefonata di Mattarella al premier Giuseppe Conte 

Secondo il quotidiano torinese ‘La Stampa’, però, il lungo silenzio di Mattarella, intervenuto solamente dopo giorni di tensione, sarebbe legato ad un sospetto. Il giornale ha ricordato la telefonata che il Presidente della Repubblica fece a Giuseppe Conte e che la conversazione venne immediatamente messa in piazza. Ma da chi? La risposta è molto grave.

“Da fonti politiche interessate a dimostrare come l’approdo della nave avvenisse contro il volere di Salvini”.

Anche questa volta Mattarella teme che la soluzione buonista venga scaricata al Quirinale, dando ulteriore forza al vicepremier Matteo Salvini. Quindi si potrebbe vedere uno scontro tra Colle e Lega Nord non solo per la vicenda Diciotti, ma anche su altri fronti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Calogero Latino: Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare. (Ernest Hemingway)