Periodo difficile per Lino Banfi: ‘Dopo il dramma, mia moglie è…’

Lino Banfi

Dopo un periodo non proprio sereno, Lino Banfi è tornato a sorridere. La moglie dell’attore pugliese è malata da tempo, ma negli ultimi tempi sta molto meglio. Per questo motivo Pasquale Zagaria ha deciso di rilasciare un intervista a ‘Nuovo’, il settimanale di gossip di Riccardo Signoretti.

Lino Banfi rivela che la moglie sta meglio e la vede sorridere 

“Finalmente la vedo sorridere’,

ha annunciato Lino Banfi tra le pagine del periodico. Qualche mese fa il popolare attore comico aveva temuto il peggio per la consorte tanto che aveva fatto un’intervista a ‘Il Messaggero’. In quell’occasione aveva reagito con molta rabbia:

“Non accetto che mia moglie non stia bene, in un momento in cui mi sarei voluto godere la mia vita accanto a lei”.

A quanto pare la moglie di Lino Banfi soffre di gravi problemi neurologici, ma negli ultimi tempi grazie alle cure e al sostegno della famiglia sta iniziando a reagire. (continua dopo la foto)

Lino Banfi e la moglie Lucia

“Lucia sta passando un periodo molto difficile per problemi di salute a livello neurologico. Adesso, grazie soprattutto all’affetto di tutta la mia famiglia, sta meglio: l’ho vista ridere”,

ha dichiarato Banfi al magazine ‘Nuovo’. L’attore, inoltre, ha affermato che il professore che la segue nelle cure gli ha detto che è molto importante che accadano cose belle in modo da farla star bene psicologicamente.

Lino Banfi lontano dal cinema per stare accanto alla moglie Lucia 

Per stare accanto alla moglie Lucia, Lino Banfi ha rinunciato a nuovi progetti lavorativi. L’attore pugliese ha dichiarato di aver detto no ad un film tedesco perché altrimenti sarebbe dovuto stare molto tempo lontano da casa. Lui ovviamente, non si sente di allontanarsi dalla persona che ama. L’artista, però, anche se non fa cinema si è dedicato ad altre attività, tipo la produzione di orecchiette. Banfi, infatti, ha un ristorante nella Capitale dove si cucinano esclusivamente quel formato di pasta con vari condimenti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!