Prodi: ‘L’immigrazione è indispensabile: l’Europa perderà 30 milioni di…’

Prodi: 'L'immigrazione è indispensabile: l'Europa perderà 30 milioni di…'

Nella giornata di venerdì 24 agosto 2018 Romano Prodi è intervenuto al Meeting di Comunione e Liberazione a Rimini. Il Presidente della Commissione Europea ed ex Premier, si è confrontato con Obasanjo, il Presidente della Nigeria e dell’Unione Africana. L’esponente di centro sinistra ha parlato di temi demografici, economici e soprattutto d’immigrazione.

Romano Prodi parla dell’evoluzione demografica in Europa e Africa 

Parlando di evoluzione demografiche, Romano Prodi ha affermato che se noi proseguiamo con la divisione, con la separazione e il non dialogo, il nostro futuro sarà un disastro. Il motivo? Perché noi abbiamo forze troppo grandi che si confrontano fra loro. L’Africa molto presto passerà a 2 miliardi di persone e l’Europa, invece, a 490 milioni di persone.

Romano Prodi parla del fenomeno dell’immigrazione 

Per quanto riguarda l’immigrazione, un tema molto attuale e che in Italia sta creando diverse polemiche, Romano Prodi ha detto il suo punto di vista.

“L’emigrazione è sempre stata importante nel mondo, la stessa Bibbia è piena di migrazioni. La grande differenza fra quanto avvenuto negli ultimi decenni è che quella di oggi sfugge dal controllo dei Governi”.

Prodi ha affermato anche che se nel nostro Paese non avessimo i marocchini, non avremmo neanche il Grana, come non avremmo la pulizia nelle città grazie agli immigrati degli altri paesi, e tutti questi pagano l’INPS. Il Presidente della Commissione Europea, inoltre, ha dichiarato che il Vecchio Continente perderà ben 30 milioni di abitanti entro la metà del secolo. Il livello di natalità dei principali paesi europei è sceso al punto da rendere indispensabile l’immigrazione.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!