Caso Diciotti, Salvini denunciato: ecco cosa rischia penalmente

Caso Diciotti, Salvini denunciato: ecco cosa rischia penalmente

Da alcune ore l’inchiesta sui migranti bloccati a bordo della Guardia Costiera Diciotti non è più a carico di ignoti. Infatti, il Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio trasmetterà il fascicolo al tribunale dei ministri di Palermo. Contro chi? Il ministro dell’Interno Matteo Salvini è stato considerato il principale indiziato.

Al vicepremier sono stati contestati le seguenti ipotesi di reato. Ovvero sequestro di persona, arresto illegale e abuso d’ufficio. Riguardo la nave Diciotti attraccata nel porto di Catania, nel registro degli indagati è finito anche il capo di gabinetto del ministro. Queste contestazioni, però, non possono più essere approfondite dalla magistratura ordinaria. Infatti devono essere valutate dal tribunale competente per i reati commessi dai ministri nell’esercizio delle loro funzioni.

Caso Diciotti, il vicepremier Salvini indagato: ecco cosa succede

Dopo l’ispezione della Guardia Costiera Diciotti, il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio, mercoledì scorso ha fatto emettere il seguente comunicato.

“Tale procedura prevista ed imposta dalla legge costituzionale 16/1/89 n. 1. questo permetterà, con tutte le garanzie e le immunità previste dalla medesima legge di sottoporre ad un giudice collegiale specializzato le condotte poste in essere dagli indagati nell’esercizio delle loro funzioni”.

Il procuratore di Agrigento, inoltre, ha aggiunto che ogni eventuale valutazione negativa delle condotte. Queste devono essere sottoposte alla autorizzazione della competente Camera dei deputati.

Nave Diciotti: Matteo Salvini indagato 

La svolta nell’inchiesta sulla nave Diciotti è arrivata ieri pomeriggio. Tra Gerarda Pantalone e Bruno Corda c’è stata un’audizione. Il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio e il sostituto Salvatore Vella hanno ricostruito la catena degli ordini arrivata sino al comandante della Guardia Costiera Diciotti. E dopo un’audizione durata ben tre ore, è scattata l’iscrizione nel registro degli indagati del leader della Lega Nord Matteo Salvini.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!