La pugnalata di Di Maio a Salvini: ‘Lo conoscevamo…’, il grillino umilia lui e Orban

La pugnalata di Di Maio a Salvini: ‘Lo conoscevamo…’, il grillino umilia lui e Orban

Al ritorno dalle vacanze estive i rapporti tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini sono iniziati a scricchiolare. Dopo la vicenda della Guardia Costiera Diciotti qualcosa sembra essere cambiato. Il grillino, infatti, lo ha fatto intendere attraverso un’intervista rilasciato al giornale ‘Fatto Quotidiano’. Ma andiamo a vedere cosa ha dichiarato il vicepremier.

Luigi Di Maio parla delle Autostrade e il reddito di cittadinanza 

Di Maio Ha annunciato in modo trionfante la nazionalizzazione delle Autostrade italiane, argomento che l’alleato Salvini e la Lega Nord ha espresso più di un dubbio.

“Pensiamo a un nuovo soggetto ad hoc che gestisca quelle strade. Bisogna scegliere tra un modello statale o un altro composto da più soggetti regionali. Ci stiamo lavorando”,

ha dichiarato il leader del Movimento 5 Stelle. Quest’ultimo, inoltre, ha affermato che molto presto sarà approvato il reddito di cittadinanza.

“Voglio una forma di reddito più ampia possibile, non procedo in modo timido”.

Di Maio e la frecciatina velenosa all’alleato politico Matteo Salvini 

Ma proprio su Matteo Salvini che Di Maio si è scatenato con delle frecciate velenose.

“Con Viktor Orbán non vogliamo avere niente a che fare. Ma la sua posizione esplicitamente contraria alla revisione del Trattato di Dublino di fatto è la stessa di Germania e Francia”,

ha rivelato il vicepremier a proposito del Presidente del Consiglio ungherese, che oggi Salvini incontra a Milano. E quando Di Maio ha tentato di prendere le difese del leghista dalle accuse del Presidente della Camera Roberto Fico, il grillino ha attaccato indirettamente il leader del Carroccio.

“Roberto ha il pieno diritto di esprimersi da presidente della Camera, ma io ricordo a tutti che Salvini lo conoscevamo bene già prima. È ovvio che su alcune cose non siamo d’accordo”,

ha concluso Di Maio.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!