Il Premier Conte furioso con Salvini: ecco cosa non doveva fare il leghista

Il Premier Conte furioso con Salvini: ecco cosa non doveva fare il leghista

Ieri pomeriggio, martedì 28 agosto c’è stato un incontro tra il vicepremier Matteo Salvini e Viktor Orban. Un incontro che a quanto pare non era per nulla istituzionale. Sembra che le cose sono andate diversamente. Il leader del Carroccio ha parlato con il Presidente del Consiglio ungherese sull’Europa e immigrazione.

Salvini, però, lo ha fatto da rappresentante dell’esecutivo italiano. Questa sua iniziativa, a quanto pare, non è stata per niente gradita al Premier Giuseppe Conte. Quest’ultimo, infatti, ieri si è sfogato con alcuni ministri del Movimento 5 Stelle che lo hanno contattato. A rivelare l’indiscrezione ci ha pensato il quotidiano nazionale ‘Repubblica’ con un articolo firmato da Tommaso Ciriaco e Alberto D’Argenio.

Salvini incontra Orban, e Conte si sente scavalcato

La linea ultra-sovranista messa in atto dal Premier ungherese Orban e dal ministro dell’Interno Matteo Salvini non preoccupa solo Giuseppe Conte ma anche il ministro degli Esteri. Come è stato riportato dal giornale nazionale ‘Repubblica’, Enzo Moavero Milanesi sta lavorando sodo per tenere a bada tutte le cancellerie dell’Europa occidentale che in quest’ultimo periodo lo cercano allarmate. E mentre lui rassicura il collega, il leader del Carroccio continua a fare di testa sua.

“Prima dobbiamo chiudere sulla redistribuzione e riformare la missione Sofia”,

gli aveva detto. Successivamente il vicepremier leghista ha annunciato che siamo pronti a lasciare la guida del pattugliamento nel Mediterraneo. In tutto questo il grillino Conte si è sentito scavalcato da Salvini.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!