La Boschi umiliata: niente invito alla Festa del PD, scattano le dimissioni

Boschi
Boschi umiliata? C'è chi si dimette

La Festa del Pd senza Maria Elena Boschi e nemmeno Renzi. Non l’ha invitata? Paga con le dimissioni

La festa del PD nel capoluogo toscano avrà diversi grandi assenti tra cui la Boschi, ma nemmeno Renzi ci sarà. A pagare per questi mancati inviti l’organizzatrice, scavalcata dal capo locale del partito: “Qui sono tutti accetti“.

Boschi, non invitata alla Festa

La Festa del Pd a Firenze è una festa di grandi assenti, Boschi, Renzi: non ci saranno. Non ci sarà nemmeno l’avversario toscano numero uno, il governatore Enrico Rossi. L’assenza di Maria Elena però quella che fa più rumore. Il PD dà la colpa ad un’altra donna, la tesoriera dimissionaria Lorenza Giani.

L’organizzatrice della festa ha rivelato che la presenza della piddina non era prevista in quanto parlamentare eletta in Trentino Alto Adige. Giani spiegò:

“Abbiamo chiamato solo quelli eletti in Toscana”

Ma la giustificazione non è piaciuta alla Boschi.

Le parole del segretario Recati per la Boschi

A cercare di ridurre l’umiliazione e lo sgarro nei confronti del braccio destro di Renzi è stato il segretario del Pd metropolitano di Firenze Marco Recati:

“Purtroppo l’agenda di Maria Elena è piena di appuntamenti. Tutti gli eletti del Pd sono i benvenuti”.

Giani, offesa dallo scavalcamento, ha deciso di dimettersi. Senza Renzi e senza la Boschi sarà una vera festa del Pd? Sicuramente è lo specchio di una crisi profonda del partito.

Insomma una vicenda che ha provocato non pochi scompigli.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!