Ragazza stuprata, le parole choc di Brumotti amico dello stupratore: “Facchinetti sbaglia…

Brumotti difende l'amico accusato di stupro

Francesco Facchinetti ha invocato la pena di morta contro chi ha osato stuprare la 21enne, mentre Brumotti vuole aspettare la giustizia prima di sparare sentenze

Vittorio Brumotti ha voluto dire la sua sullo stupro della 21enne che ha coinvolto un suo amico. Francesco Facchinetti non ha esitato a chiedere la pena di morta, mentre lui è più cauto.

Brumotti, il commento diventa virale

Vittorio Brumotti ha redarguito Francesco Facchinetti per il commento sull’amico che, secondo le prime indagini, risulterebbe colpevole dello stupro ai danni di una 21enne. Il campione ha scritto sui social:

“La prima cosa che ho pensato è che è impossibile che l’abbia fatto siamo amici da tanto tempo, è stato il mio primo sponsor, lo sanno tutti che non è un chierichetto, ha qualche problema con la droga ma cercava da tempo di uscirne.

Brumotti cerca di proteggere un amico che conosci da anni, perchè in fondo ancora non si sa se è colpevole o meno. Per il momento, quelle contro di lui, sono solo accuse.

I problemi di droga, il commento di Brumotti

Vittorio Brumotti prova a giustificare l’accaduto e invita tutti a non sparare subito sentenze contro chi è accusato, prima che ci sia una vera e propria sentenza. Continua:

È un personaggio sopra le righe, ma non è una persona cattiva”.

Quando conosci una persona e viene accusata di stupro stenti a crederci ed è questo ciò che è accaduto al biker e inviato di Striscia la Notizia. Ovviamente, Vittorio parla di Federico Pesci, l’imprenditore 46enne accusato di aver abusato per ore, insieme al suo spacciatore di fiducia nigeriano, di una ragazza di 21 anni nel suo attico a Parma.

Le indagini su Pesci

Il Corriere racconta che Federico Pesci, per le accuse che pendono su di lui, adesso si trova ora in carcere. Il giorno dopo il suo arresto tanti suoi amici lo hanno tramortito di commenti negativi, tra cui Francesco Facchinetti. Brumotti invece ha chiesto di aspettare il risultato delle indagini.

Infatti continua:

“Mi sento un femminista e se fosse vero che Federico ha fatto una cosa così ignobile, non gli rivolgerei più la parola, ma non si abbandona un amico prima di una vera condanna. Ai tanti che ora lo scaricano, compreso Francesco Facchinetti che ha invocato la pena di morte, dico aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso”.

Infine, lancia un messaggio alla vittima dello stupro:

“Esprimo tutta la mia vicinanza a questa donna, capisco che qualcosa dev’essere successo”,

Per adesso il racconto della 21enne è stato confermato. I medici le hanno dato una prognosi di 45 giorni. Nel referto di parla di “violenze inaudite”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Susy Caruso: