I sogni: una finestra sul nostro inconscio

I sogni

Siamo tutti dei sognatori. Quando ci sembra di non aver sognato, in realtà non abbiamo fatto altro che dimenticarci i nostri contenuti onirici. I sogni sono semplici creazioni della nostra fantasia, o messaggi provenienti dal nostro subconscio?

Tutti sogniamo

Tutti sogniamo. Generalmente facciamo dai quattro ai sette sogni durante la fase Rem del sonno, quella più profonda. Al risveglio molti dei nostri contenuti onirici verrebbero già rimossi dal nostro cervello e, con il trascorrere del tempo, il ricordo legato al sogno si sbiadisce sempre di più. Chi ammette di non sognare, in realtà, dovrebbe correggersi e affermare di non ricordare il contenuto della sua esperienza onirica.

Semplici creazioni della nostra fantasia, o messaggi dal nostro subconscio?

Sigmund Freud, fondatore della psicoanalisi, insisteva molto sull’importanza dei sogni per risolvere conflitti interiori, scovare le cause primarie alla base di molti disturbi psicologici. Secondo Freud il subconscio invierebbe messaggi simbolici al sognatore, rivelandogli i suoi timori più reconditi e facendogli rivivere istanti traumatici del suo passato.

Il noto psicoanalista tentava, con i suoi pazienti, di interpretare il contenuto del loro mondo onirico. Le teorie di Freud hanno riscontrato un’ampia applicazione sul campo pratico; tuttavia, non è da escludere che il sogno si presenti il più delle volte come una nostra personale riproduzione di esperienze recenti, o passate: nel tentativo di rivivere momenti di gioia, o, per ricordarci il dolore provato in una determinata situazione della nostra vita.

I sogni possono avere un potere premonitore?

Esistono svariate leggende sul potere premonitore dei sogni. Si dice, ad esempio, che la famosa scrittrice Mary Shelley avesse sognato il mostro di Frankenstein prima di immortalarlo sulle pagine del suo noto romanzo. Lo stesso Bram Stoker avrebbe tratto ispirazione da un suo incubo per il suo capolavoro letterario “Dracula”. Non ci sono prove per accertare questo potere dei sogni, tuttavia è possibile trarre ispirazione dalle proprie fantasie notturne e, perché no, farci illuminare da un lampo di genio al nostro risveglio!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Valentina Mandraccio: Ciao! Mi chiamo Valentina e ho trent'anni. Sono laureata in filosofia e ho pubblicato quattro romanzi con Lettere Animate ed Eretica edizioni.