Cosa accadrebbe se si votasse oggi? Il sondaggio di settembre sorprende

Cosa accadrebbe se si votasse oggi? Il sondaggio di settembre sorprende

Dopo una lunga pausa dovute alle vacanze estive, è tornato il sondaggio elettorale. E a quanto pare i risultati sono davvero sorprendenti: stanno premiando la linea politica della Lega Nord e del suo leader Matteo Salvini.

Infatti, nelle prime rivelazioni fatti nei primi di settembre, il Carroccio ha superato il 30% delle preferenze superando di gran lunga tutti gli altri partiti italiani. Anche l’alleato Movimento 5 Stelle? Ebbene si i grillini che nelle ultime elezioni politiche avevano fatto faville ora si trovano al secondo gradino del podio.

Il sondaggio elettorale di settembre 2018 

Secondo il sondaggio, rispetto il mese di luglio 2018, la Lega Nord si è attestata intorno al 32%. I dati sono stati raccolti da Swg e mostrati ieri sera nel TG La7 di Enrico Mentana. Il primo dato impressionante di questo sondaggio è il distacco netto tra il Carroccio e il partito fondato da Beppe Grillo. Quest’ultimi, infatti, sono staccati di ben 4 punti percentuali, ovvero il 28%. A sorpresa regge ancora il Partito democratico che, rispetto ai numeri prima della pausa estiva, ha recuperato lo 0,3%. Mentre Forza Italia di Silvio Berlusconi e Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni si sono fermati all’11%. Ma unendosi alla Lega Nord superano di gran lunga il 40%.

Il sondaggio per i partiti minori 

Secondo i sondaggi, il partito di Berlusconi ha perso quasi due punti percentuali. Mentre quello della Meloni, forse perché sta appoggiando Matteo Salvini, ha guadagnato lo 0,4%. Per quanto riguarda il centro-sinistra, quello che ha guadagnato punti è +Europa, la lista di Emma Bonino. Il sondaggio dice anche che Liberi e Uguali e Potere al Popolo non riescono ad arrivare all’attuale soglia di sbarramento fissata per il 3%.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!