Perde il pene a causa di un virus preso in ospedale: ecco le tragiche conseguenze

Perde il pene a causa di un virus preso in ospedale: ecco le tragiche conseguenze

Il 63enne inglese Andrew Lane, in un recente racconto ha svelato quello che gli è successo qualche anno fa in un ospedale britannico. L’uomo vuole denunciare la struttura e i medici perché è stato colpito da un tremendo virus durante una semplice operazione chirurgica. Lane era stato sottoposto alla rimozione della prostata che, oltre a farlo diventare incontinente, non ha più potuto fare sesso con la moglie.

Un 63enne inglese si becca un potente virus in ospedale

Il tutto è accaduto nel 2013 e il 63enne inglese pensava che quell’operazione chirurgica fosse una passeggiata. A quanto pare non la fu, infatti si beccò un tremendo virus, ovvero una fascite necrotizzante. Questa ha comportato dei danni devastanti al corpo del signor Andrew Lane, infatti ha distrutto la parte che va dall’ombelico all’inguine.

“Amavo giocare a golf, a calcio e camminavo per chilometri ogni settimana. Ora invece sono costretto ad aver una badante”,

aveva dichiarato l’uomo dopo l’intervento chirurgico.

“Un uomo si accorge di quanto può mancargli il proprio pene solo quando non c’è più, ve lo assicuro”.

A causa di questo virus e della perdita parziale del suo pene, è riuscito ad ottenere un maxi risarcimento dall’ospedale.

Il virus gli ha distrutto parte del pene, l’ospedale lo risarcisce 

Secondo quanto testimoniato dai legali di Lane, l’intestino del loro assistito è stato perforato durante l’operazione del 2013. Quindi il virus ha avuto la possibilità di soggiornare dentro il corpo dell’uomo per settimane creando dei grossi danni fisici. L’ospedale in questione ha ammesso lo sbaglio sborsando una somma a sei cifre.

“Ho ottenuto un risarcimento, ma non sarò mai più sano e voglio solo che altre persone siano consapevoli di quanto sia pericoloso questo insetto che mangia carne”,

ha concluso il 63enne inglese colpito dal virus fascite necrotizzante.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!