‘Affondati dietro l’omertà e la codardia di…’: i genitori di Denise Pipitone rompono il silenzio

‘Affondati dietro l’omertà e la codardia di…’: i genitori di Denise Pipitone rompono il silenzio

Lo scorso 1 settembre è ricorso il quattordicesimo anniversario della scomparsa di Denise Pipitone. La bambina sparita nel nulla nel 2004 davanti alla sua abitazione di Mazara del Vallo, cittadina in provincia di Trapani. Dopo tutti questi anni l’ormai adolescente non si hanno più notizie e nemmeno si sa chi è stata a rapirla.

I genitori di Denise Pipitone tornano a scrivere sul loro blog 

In occasione di questo anniversario, Piera Maggio e Piero Pulizzi, rispettivamente madre e padre di Denise Pipitone, hanno scritto un lungo messaggio sul loro blog ‘informazione.cerchiamodenise.it’.

“Sono trascorsi 14 anni dal sequestro della nostra bambina, nulla è cambiato, la mancanza di verità e giustizia permane nel tempo. Chi sono i colpevoli del rapimento di Denise? Su questo non abbiamo dubbi, senza dover aggiungere altro“.

Naturalmente i genitori della Pipitone si riferivano alla sorellastra di Denise, ovvero Jessica Pulizzi. Anche se dopo una serie di indagini, la ragazza è stata dichiarata innocente.

“Noi genitori meritiamo e pretendiamo risposte certe e concrete dalla giustizia italiana. I bambini non spariscono nel nulla“

hanno proseguito Piera Maggio e Piero Pulizzi che in tutti questi anni non si sono mai arresi.

I genitori di Denise accusano gli omertosi  

Infine, la madre e il padre di Denise Pipitone hanno detto delle parole abbastanza forti che molto probabilmente sono indirizzate a coloro che hanno visto qualcosa ma che per paura o omertà non vogliono parlare.

“Rimaniamo in attesa, impantanati dentro verità nascoste, dietro l’omertà e la codardia di alcuni. Non avremo mai pace finché non ci sarà giustizia e verità, tanto meno l’avranno i responsabili”,

hanno concluso i genitori di Denise Pipitone.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!