Lutto per Matteo Salvini: il messaggio struggente del vicepremier leghista

Lutto per Matteo Salvini: il messaggio struggente del vicepremier leghista

Ha combattuto fino la fine con una grinta da leone ma alla fine non c’è l’ha fatta. Un lutto ha colpito la Lega e anche Matteo Salvini. Alcune ore fa, infatti, è venuta a mancare la 31enne Silvia Cavalli, militante de Carroccio. (Continuato dopo la foto)

Silvia Cavalli

Lutto nella Lega: è morta la 31enne Silvia Cavalli

La cittadini di Chiari si è risvegliata con una tragica notizia. Un lutto che non ha colpito solo il paese ma anche la Lega e Matteo Salvini tanto che quest’ultimo l’ha voluta ricordare sui suoi profili social. Nella nottata è morta Silvia Cavalli, classe 1987. Una ragazza molto attiva e sorridente che ha lottato fino all’ultimo per sconfiggere il male.

La 31enne è stata anche consigliere comunale di Chiari quando come primo cittadino c’era Sandro Mazzatorta. Inoltre, la giovane era una militante del Carroccio. Infatti, in più di un’occasione Silvia si è recata a Pontida in compagnia del ministro dell’Interno Matteo Salvini. Nonostante i numerosi impegni, quest’ultimo è andato più volte a farle visita.

Il post di Matteo Salvini turbato per l’improvviso lutto

Questo lutto ha sconvolto l’intera comunità di Chiari che si è stretta intorno alla famiglia di Silvia Cavalli. Gli esponenti della Lega Nord locale hanno dichiarato che era una ragazza sempre disponibile e solidale. Colpito dal lutto, anche il vicepremier Matteo Salvini ha voluto ricordarla così:

“Buon viaggio SILVIA, donna forte e coraggiosa, hai combattuto come una Leonessa, da leghista, ma la malattia bastarda alla fine ha vinto.
Anzi, no. Hai vinto TU, hanno vinto il tuo sorriso, la tua serenità e la tua forza che hai regalato a tutti fino all’ultimo respiro. Ma come facevi?!?!?
Un abbraccio bresciana, continua a sorridere e aiutarci da Lassù, e sappi che manterrò la promessa che ti ho fatto: non mollerò, MAI”.

Ecco il post integrale del leader del Carroccio turbato per il lutto che ha colpito la Lega:

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!