Reddito di inclusione, 540 euro mensili a famiglia: ecco chi può accedere

Reddito di inclusione, 540 euro mensili a famiglia: ecco chi può accedere

Cambiamenti in vista per il reddito di inclusione. Con l’entrata del nuovo governo, le domandine presentate già lo scorso giugno, sono stati introdotti dei criteri differenti. Dal 1 luglio saranno più famiglie italiane a poter usufruire di questo beneficio economico. Si passera da 500 mila famiglie a ben 700 mila che in persone sono: da 1,8 milioni a 2,5 milioni di cittadini.

Con le nuove direttive, si potrà avere il Rei anche se in famiglia non è presente un minore, un disoccupato, un disabile e una donna in gravidanza. Il beneficio cambia a seconda della composizione familiare: da un minimo di 187 euro mensili a un massimo di 540 euro.

Rei: ecco chi può chiederlo 

Per ottenere il reddito di inclusione una famiglia deve avere un reddito Isee non superiore a 6 mila euro. Mentre non deve avere un patrimonio immobiliare superiore a 20 mila euro. Avendo questo requisiti, possono fare la domanda i cittadini italiani e stranieri che però vivono nel nostro Paese da almeno due anni. Il reddito di inclusione, inoltre, è compatibile con l’attività lavorativa ma non con la Naspi.

Reddito di inclusione: ecco le cifre mensili 

Se una famiglia è composta da un solo componente, il reddito di inclusione è pari a 187 euro mensili. Quella composta da due membri è di 294 euro, per tre di 382, per quattro di 461, per cinque di 534 e per famiglie di sei o più componenti l’importo massimo è di 540 euro. In base ai dati forniti dall’Inps, nel primo trimestre hanno usufruito del reddito di inclusione ben 317 mila cittadini.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!