Paolo Conticini sta per festeggiare un traguardo importante: ecco di cosa si tratta

L’attore Paolo Conticini sta per festeggiare un traguardo importante nella sua vita privata. Il pubblico ha potuto apprezzare l’attore pisano in numerose serie televisive di grande successo tra cui spicca il nome di Provaci ancora prof. In questa fiction ha lavorato con Enzo Decaro e Veronica Pivetti, con i quali ha diviso il ruolo di protagonista. Il legame instaurato con i telespettatori ha avuto importanza grazie al ruolo di Gaetano Berardi.

Conticini e l’importanza di Provaci ancora prof

Basti pensare che, nella stagione in cui Conticini non ha preso parte alla serie, il pubblico ha sentito l’assenza e la centralità del suo personaggio. La settima stagione di Provaci ancora prof ha ottenuto un grande successo a livello di ascolti. Il pubblico attende notizie concrete sulla messa in onda dell’ottava stagione della fiction di Rai uno.

Il successo al cinema ed in televisione

Bisogna sottolineare che Paolo Conticini il prossimo 10 gennaio compirà cinquant’anni caratterizzati da grandi successi lavorativi. Conticini ha dimostrato di potersi mettere a confronto con qualsiasi tipo di ruolo. Ha regalato momenti di comicità nei film natalizi, in cui ha lavorato con gli attori Christian De Sica e Massimo Boldi.

La passione per il teatro: artista poliedrico

Ma Conticini ha fatto notare il suo talento a teatro dove ha ottenuto un importante successo nel 2015 con Serena Autieri in Vacanze romane. Dunque può essere definito un artista poliedrico. In televisione ha ricoperto nel 2011 un ruolo di rilievo nella fiction Come un delfino dove ha lavorato con il collega ed attore Raoul Bova.

Nel 2017 ha preso parte ad una pellicola dai tratti drammatici, intitolata Tiro libero. Intanto il Green drop award ha fatto approdo alla Mostra del cinema di Venezia. Parliamo della pellicola più ecologista tra quelle presenti in gara. In questa edizione l’attore Paolo Conticini riveste il ruolo di presidente della giuria.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Gaetano Perrotta: