Il lussemburghese insulta Salvini, lo interrompe mentre parla: la reazione del ministro

Salvini

Matteo Salvini ormai riceve insulti e ordini anche dall’estero. Ma il capitano non si ferma anche se a parlare è un europarlamentare

Il Ministro degli Interni del Lussemburgo Jean Asselborn non è stato carino con Salvini. Il suo intervento sta facendo il giro del mondo. Una vera e propria scazzottata verbale tra lui e il ministro italiano Matteo Salvini.  E’ successo tutto a margine del vertice sui migranti a Vienna.

Il titolare del Viminale stava mettendo le carte sul tavolo:

“Intendo lavorare per risolvere il problema e ridurre il numero di morti, perché più persone partono più persone muoiono”.

Salvini ha poi specificato:

“Sono stufo di finanziare il traffico di droga e di armi”.

L’attacco del lussemburghese

Il lussemburghese ha perso le staffe e ha cominciato a dire la sua interrompendo il leader del Carroccio Matteo Salvini mentre era intento a spiegare la sua tesi:

“In Lussemburgo caro signore avevamo migliaia di italiani che sono venuti a lavorare da noi, dei migranti, affinché in Italia potesse avere i soldi per i vostri figli. M*** allora”.

Il nostro Ministro dell’Interno riprende la parola cercando di mantenere il controllo e la buona educazione, infatti continua:

“buona educazione significa lasciar parlare”

Asselborn ha continuato a interromperlo per tutta la durata del suo discorso. Una scena che fa chiaramente capire in che situazione è la nostra Europa. C’è da aspettarsi di tutto e di più da un’Europa che fa finta di non vedere i veri problemi degli stati membri. E’ più facile puntare il dito, purtroppo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!