Dieta della pizza: come dimagrire sette chili in un mese

Dieta della pizza

Una premessa è doverosa: prima di intraprendere un qualsiasi tipo di dieta è sempre opportuno rivolgersi a un medico, o comunque a un esperto, quale un nutrizionista o un dietologo. Pertanto evitate il fai da te. In questo articolo vi parliamo della dieta della pizza che può aiutare a dimagrire anche 7 chili nell’arco di un mese. Ma andiamo a considerare come fare. Intanto va sottolineato che questo regime dietetico non deve protrarsi oltre la durata di un mese.

Pizza: un alimento completo

Intanto va sfatato un luogo comune: non è vero che la pizza faccia ingrassare. In realtà molto dipende dai condimenti che utilizziamo. Ad esempio la pizza marinara a base di origano, pomodoro e olio di oliva e la margherita con pomodoro e mozzarella possono rientrare pienamente in un regime alimentare sano. In particolare possiamo fare riferimento a un menù della dieta della pizza.

Menù della dieta della pizza

Intanto è meglio mangiarla a pranzo, come pasto principale della giornata. Al mattino invece possiamo fare colazione con uno yogurt magro, della frutta di stagione, o accompagnare delle feste biscottate integrali con del tè verde. A pranzo invece va bene una pizza, scelta tra quelle che vi abbiamo suggerito: ovvero margherita o marinara.

In alternativa si possono considerare le verdure grigliate, quali ad esempio zucchine, peperoni e melanzane. A cena sì a una vellutata di zucca con un contorno a base di insalata iceberg. Per il dopocena invece vi consigliamo una tisana drenante al finocchio. Seguendo queste indicazioni, come detto, potete perdere fino a 7 chili in un mee.

La dieta della pizza: una invenzione italiana

La dieta della pizza può considerarsi una invenzione da parte dello chef italiano Pasquale Cozzolino, proprietario di un ristorante a New York. In particolare questo tipo di dieta sta spopolando negli Stati Uniti, in quanto sta portando a rivalutare i carboidrati, che invece sono stati a lungo demonizzati. E’ stato lo stesso Cozzolino a raccontare il suo personale percorso:

“Il problema delle diete è che dopo un po’ stancano ed in poco tempo si rimettono i chili persi con sacrificio. Dopo diversi miei fallimenti ma comunque con un problema da risolvere perché’ il mio peso eccessivo era diventato un pericolo per la mia salute, ho deciso che avrei ottenuto dei risultati mangiando ciò che non mi faceva pesare l’idea di fare una dieta. Mi serviva in pratica una ‘Happy Diet‘, e cosa c’è di meglio di una pizza napoletana? L’intendo del cuoco è quello di usare la dieta della pizza per creare una sorta di movimento a favore del carboidrato da diffondere in tutto il mondo”

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!