Ciro Marciano: il più bello di Napoli e della porta accanto

Ciro Marciano
Ciro Marciano

Bellezza campana

Lo scorso mese di luglio, nella città di Cesa, Ciro Marciano è stato eletto come il più bello di Napoli. Partecipando al concorso di bellezza dell’agenzia Freestyle di Pietro Bellaiuto, la giuria ha decretato Ciro come il simbolo della bellezza del capoluogo campano. Durante la manifestazione, condotta egregiamente da Francesco Castaldo, molti ragazzi si sono sfidati a colpi di sfilate, domande e giochi.

Il bel Marciano, nonostante i suoi 17 anni, ha mostrato di possedere anche dei contenuti al di là dell’estetica. Sicuramente sentiremo parlare di lui per le sue doti e per il suo aspetto da vero Adone. Sarà il nuovo Raoul Bova? Ai posteri l’ardua sentenza.

La finale ad Alba Adriatica

La scorsa settimana, Ciro Marciano ha partecipato alla finalissima de Il più bello d’Italia ad Alba Adriatica con il titolo de il più bello di Napoli. Nonostante non abbia vinto il titolo finale, è riuscito a portare in alto la sua fascia grazie alla sua bellezza e alla sua grande capacità di misurarsi con persone di età e provenienza diverse. A guadagnarsi il titolo del concorso, nato nel 1979, ad ex equo sono stati due ragazzi: Simone e Teddy. Il primo, siciliano doc mentre il secondo è nigeriano e per la prima volta, nella quarantennale storia del concorso, si aggiudica il titolo un ragazzo di colore.

Scuola, lavoro e tanto altro

Il nostro Ciro Marciano, il più bello di Napoli, non è solo per passerelle, shooting e concorsi di bellezza. Il suo motto è soprattutto ‘studio e sacrificio costante’. Quest’anno frequenta il quarto anno presso un istituto superiore della sua città. Il suo obiettivo, oltre a conseguire il diploma con un voto degno del suo impegno, è finalizzato a continuare gli studi alternando sempre lavori di moda e non solo.

Ciro ha immensi valori e molto probabilmente non lo vedremo mai negli studi di Uomini e Donne ma sicuramente sentiremo un gran parlare di lui, molto probabilmente nel cinema come i suoi prossimi impegni sul web.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!