Pink Floyd: Dopo vent’anni un nuovo album di inediti in arrivo

Pink Floid
Pink Floid

La notizia è di quelle che scuotono l’ intero universo musicale. I Pink Floyd tornano ad Ottobre con un nuovo album di inediti intitolato The Endless River, a distanza di 20 anni da The Division Bell, che segnò la fine della magica epopea floydiana. Ed è proprio da The Division Bell che tutto trae origine: i brani che comporranno la scaletta dell’album nascono infatti da delle session sperimentali che il gruppo fece nello stesso periodo in cui nacque l’ultimo album in studio. L’annuncio del clamoroso ritorno è stato dato da Polly Samson, moglie di David Gilmour e paroliere della maggior parte dei suoi testi da solista. Queste le sue parole: ““L’album dei Pink Floyd che uscirà ad ottobre si chiamerà The Endless River -si legge su Twitter- Basato sulle sessions del 1994, è il canto del cigno di Rick Wright ed è bellissimo!”. Rick Wright, tastierista storico dei Pink Floyd, scomparso nel 2008 per via di un tumore, sarebbe l’assoluto protagonista dell’album, per via delle caratteristiche ambient che le sue tastiere conferiscono al suono che riempirà The Endless River. E’ perciò anche un sentito omaggio, quello che Gilmour e soci vogliono fare al compianto Wright, e a giudicare dall’inedito brano che circola in rete, Soundscape, una lunga suite strumentale, le premesse per un ritorno col botto sono enormi. Ora non resta che aspettare Ottobre per rivivere, magari, le stesse emozioni e i brividi sulla pelle che tante canzoni partorite dal genio di David Gilmour,e Roger Waters (e tornando ancora più indietro nel tempo, Barrett) hanno fatto scorrere sulla schiena di milioni di persone.