Pedicure con i pesci: ragazza costretta a farsi amputare le dita del piede

Pedicure vasca pesci

Victoria Curthoys è una ragazza australiana di 19 anni che difficilmente dimenticherà la sua vacanza in Thailandia. Purtroppo contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non si tratta di un ricordo legato a un piacevole viaggio alla scoperta delle bellezze di questo paese del sud-est asiatico.

Stando a quanto si apprende, la giovane nel corso di questa vacanza decide di fare una pedicure con i pesci, un metodo molto in voga nel paese. Dopo il trattamento, alla giovane sono state amputate 4 dita del piede.

Stando a quanto riporta il Mirror, la ragazza ha contratto la shewanella, un batterio che si trovava proprio nella vasca con i pesci, dove è stata eseguita la pedicure. In realtà la giovane già l’anno precedente aveva subito un intervento per l’amputazione di un dito a causa di una infezione alle ossa. (Continua dopo la foto)

Un calvario lungo due anni

Dopo questo trattamento, per la ragazza è iniziato un vero e proprio calvario. La giovane accusava febbre ed altri problemi di salute, ma soltanto dopo due anni i medici sono riusciti a venire a capo dei malesseri di cui soffriva. Purtroppo l’infezione alle ossa da cui era stata già precedentemente colpita, questa volta si è manifestata con maggiore gravità, per cui sono state costretti ad amputarle 4 dita del piede.

Adesso Victoria sta bene, tuttavia poiché l’infezione potrebbe manifestarsi ancora, la 19enne deve sottoporsi a dei controlli periodici del piede per scongiurare il rischio che le possa essere amputata l’intera gamba. Victoria così ha commentato questa vicenda:

“Ora sto bene, ma non è stato facile dovermi abituare a camminare senza una parte del mio piede”