Amanda Lear umilia Asia Argento: ‘Io non pago i minorenni e…’

Amanda Lear

La showgirl francese si racconta al ‘Corriere della Sera’: cinquant’anni tra arte, moda, musica e cinema

Alcuni giorni fa la camaleontica Amanda Lear ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano ‘Corriere della Sera’. Amanda è un’artista a 360 gradi, infatti oltre ad essere una conduttrice è anche cantante e musa ispiratrice di Salvador Dalì.

Senza ombra di dubbio la Lear è un personaggio dalle tante sfaccettature. Nel corso dell’intervista la donna ha parlato della sua vita artistica e sentimentale, ma non sono mancate alcune frecciatine velenose ad Asia Argento.

Amanda Lear e la frecciata velenosa ad Asia Argento 

Ricordiamo che la figlia del regista Dario è stata esclusa dai live di ‘X Factor 2018’ dopo lo scoppio dello scandalo tirato fuori dal ‘New York Times’. Nello specifico l’attrice italiana è stata accusata da Jimmy Bennett di averlo molestato quando aveva solo 17 anni. Amanda, dopo aver appreso che la Argento è stata tagliata fuori dal talent show di Sky si è proposta lei per fare il quarto giudice:

“Ho detto: state tranquilli che io non pago minorenni, non mi interessano e tra l’altro dargli 350mila euro come ha fatto Asia Argento sarebbe pura follia, al massimo 50 euro”.

Una frecciata velenosa contro Asia che sicuramente provocherà altre polemiche.

Amanda Lear e 50 anni di carriera 

Amanda Lear ha alle spalle circa 50 anni di carriera. Ha posato per i migliori fotografi del mondo, ha calcato tantissimi set cinematografici e non si è mai fermata di lavorare.

“Io mi stanco. Mi stanco sul lavoro, mi stanco in amore. Mi stanco di mangiare sempre la stessa pappa”,

ha dichiarato la transalpina. Quest’ultima, inoltre non ha potuto fare a meno di toccare la questione femminista e il movimento “#MeToo”. È a tal proposito che Amanda ha raccontato al ‘Corriere della Sera’ la sua esperienza personale. Ovvero quando la Lear era giovane e aveva a che fare con uomini potenti nel mondo dello spettacolo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!