Jimmy Bennett a ‘Non è l’Arena’ da Giletti: ‘Asia Argento mi ha violentato, la chiamavo mamma’

Asia Argento Jimmy Bennett

Asia Argento è veramente la carnefice di Jimmy Bennett? Il ragazzo a Non è l’Arena di Giletti dice la sua contro l’attrice

A Non è l’Arena è stato ospite Jimmy Bennett, l’accusatore di Asia Argento, la causa dei suoi ultimi mali. Massimo Giletti prova a capire per quale motivo e se veramente c’è stata la violenza.

Asia, la violenza di Jimmy

Massimo Giletti a Non è l’Arena ha indagato sul caso su Asia Argento, provando a capire con Jimmy Bennett in persione per quale motivo è venuto solo adesso fuori solo adesso il fatto relativo alla violenza presunta subita in passato. Jimmy sostiene:

«Sì Asia mi ha violentato, è stato un rapporto completo»,

L’attore e musicista rock californiano ha sempre raccontato di essere stato violentato quando aveva 17 anni. E ha asserito:

«C’è una perfetta corrispondenza tra lo schema Asia e lo schema Weinstein. Anche Asia ha abusato del proprio potere»

Bennett, che oggi ha 22 anni, è seduto accanto al suo legale Gordon Sattro. Risponde a tutte le domande di Giletti, ripercorrendo nei dettagli quell’incontro con la Argento, al Ritz Carlton di Marina del Rey in California:

«Ci siamo incontrati al Ritz Carlton a Marina del Rey in Californi. Ero con un accompagnatore che è salito fino alla stanza dell’albergo. Asia era entusiasta e mi guardava dritta negli occhi, poi ha dato uno sguardo al mio accompagnatore e gli ha chiesto: ‘Ma tu chi sei?’. “

Poi ha conrinuato:

Lo ha fatto sempre sentire un intruso durante l’incontro e quindi il mio accompagnatore ci ha lasciato soli. Tutto poi accade molto rapidamente. Asia mi ha offerto dello champagne e ha iniziato a fumare una sigaretta mentre mi raccontava del film che intendeva girare con me. Mi ha preso il viso e mi ha guardato e mi ha detto: ‘Mi sei mancato tantissimo’ e ha iniziato a baciarmi.”

Come ha reagito Benett?

La mia interpretazione era che mi stesse mostrando il suo affetto. Il bacio si è prolungato e ho avuto l’impressione che non fosse un bacio amichevole ma che stesse cercando di esplorare la situazione. Dopo Asia ha appoggiato le mani sul mio corpo in modalità diverse e poi mi ha spinto sul letto e mi ha slacciato la cintura e i pantaloni».

Giletti prova a capire perchè la denuncia arrivi solo adesso

Perchè Jimmy denuncia solo ora, nonostante i fatti risalgano ad anni fa? Jimmy sostiene di aver deciso di dire tutto quando ha saputo del movimento #MeToo.  Asia, nel movimento, punta il dito contro chi abusa del proprio potere. Io ho provato la stessa sensazione e credo che Asia abbia adottato lo stesso schema.

Bennett dice:

«Noi leviamo il velo sull’ipocrisia di Asia»

L’attore e musicista californiano, 22 anni aggiunge poi:

«C’è una perfetta corrispondenza tra lo schema Asia e lo schema Weinstein. Anche Asia ha abusato del proprio potere. Mi ha incontrato in un hotel per dimostrarlo e io avevo 17 anni e non mi sarei mai aspettato una cosa del genere».

Jimmy sostiene di aver visto ipocrisia nelle parole dell‘attrice. Massimo prova anche a scavare in fondo, per capire qual era il loro rapporto:

«Asia? La chiamavo mamma. Sul set di Ingannevole è il cuore più di ogni cosa (film del 2004 diretto da Asia Argento, ndr) Asia era come una seconda mamma, questo è il sentimento che ci ha legato dal primo giorno. Il nostro rapporto è sempre stato molto ravvicinato. Il legame tra me e lei era speciale. Asia era molto concentrata sul film e voleva incarnare il rapporto madre e figlio in modo che fosse più realistico possibile, ma sembrava andasse oltre l’aspetto professionale».

Pare sia stata proprio Asia nel 2013, a proporgli un incontro via Twitter e poi con mail private abbiamo stabilito di incontrarci. Quale sarà la verità? Forse sarà proprio Asia a raccontarla, magari in un’intervista a Giletti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!