Bufera su Cristiano Ronaldo accusato di stupro: ‘Mi ha violentato con…

Ha da poco vestito la maglia bianco nera Cristiano Ronaldo e già si sente parlare solo di lui. Il calciatore tra le tante accuse ricevute nel passato c’è anche quella di stupro

Per la prima volta ci mette la faccia la donna che ha accusato di stupro Cristiano Ronaldo, la ex stella del Real Madrid ora in forza alla Juventus.

Ronaldo accusato di stupro

Come raccontato dal Corriere della Sera, a parlare dello stupro presunto di Ronaldo è il settimanale tedesco Der Spiegel. Il calciatore è stato accusato di violenza sessuale facendo finire l’attaccare al centro dello scandalo. La presunta vittima è l’americana Kathryn Mayorga.

Lei, oggi, ha 34 anni e fa l’insegnante di scuola elementare, anche se ha lasciato il lavoro in questi giorni perché ha bisogno di ritrovare le sue forze, almeno è questo quello che ha detto. Ma all’epoca dei fatti (la denuncia risale al giugno del 2009, ndr) l’americana aveva 25 anni e aspirava a fare la modella.

I dettagli della violenza

L’insegnante ha raccontato al quotidiano che quello del juventino è stato un attacco a sorpresa:

“Improvvisamente mi è stato addosso”

Questo sarebbe accaduto nove anni in un albergo di Las Vegas. Successivamente, poi, Ronaldo le avrebbe pagato una somma 375 mila dollari perché non raccontasse quanto accaduto.

Il settimanale ora aggiunge che il legale della donna ha presentato una denuncia in Nevada per contestare quell’accordo.

L’americana rompe il silenzio

E’ la prima volta che la 34enne parla apertamente dell’accaduto. L’insegnante racconta che conobbe il calciatore quella sera stessa, nella zona VIP di Rain, un nightclub al Casinò Palms.

Dopo la violenza, Ronaldo le chiese perdono e si preoccupò per lei chiedendole se avvertisse dolori:

“Si mise in ginocchio e disse: ‘al 99 per cento sono un bravo ragazzo, non so cosa succede al restante uno per cento’”.

Il calciatore portoghese però ha sempre contestato le accuse della 34enne e sostiene che il rapporto sarebbe stato consensuale. L’avvocato della donna ha però presentato ai giudici un documento in cui riferisce che lo stesso Ronaldo avrebbe ammesso che la donna “ha più volte detto di no e di fermarsi”.

Lo Spiegel aveva già affrontato la vicenda un anno e mezzo fa, sulla base di una documentazione ricevuta dalla piattaforma ‘Football Leaks’. L’avvocato di Ronaldo, di contro, ha definito “illegale” il servizio dello Spiegel, aggiungendo che viola i diritti personali del calciatore:

“Il reportage dello Spiegel è palesemente illegale”.

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!