Pino Insegno, il figlio incastrato da un video trash: ecco cosa è successo

Pino Insegno

Pino Insegno ha vissuto ore di alta tensione. Il grande attore e comico, e anche bravissimo doppiatore italiano, si è preoccupato per il figlio Matteo, ma ecco cosa è accaduto

Ci risiamo, con il ritorno de Le Iene, tornano anche gli scherzi ai vip. Questa volta, vittima di uno scherzo molto particolare è stato Pino Insegno. Ecco cosa è accaduto all’artista.

Pino Insegno, lo scherzo de Le Iene

Pino Insegno, famoso doppiatore italiano (ex componente della Premiata Ditta) è stato vittima di uno scherzo che l’ha fatto penare le pene dell’inferno. Suo figlio Matteo e lo zio Claudio sono stati i complici de Le Iene. Tutti han fatto finto che il ragazzo sia diventato attore di un film trash, che avrebbe compromesso in qualche modo la carriera di Pino Insegno.

Matteo ha finto benissimo, dal papà ha sicuramente ereditato il talento nella recitazione. Nel video c’era anche Francesco Nozzolino e attori quantomeno meno discutibili come  The Lady. La reazione di Pino Insegno è stata immediata:

“Ma ti hanno puntato qualcosa addosso per fare questa cosa? Questa è una po***ta. Adesso fammi capire… Sta in giro davvero? Io me la prendo con zio. Hai il carattere duro solo quando litighi con me. Quelli guadagnano i soldi con quella roba”.

Ha scoperto poi che è lo zio l’architetto di tutto questo scherzo.

Le Iene, Pino Insegno e Belen Rodriguez grandi protagonisti

Come se tutto questo non fosse già sufficiente, Pino Insegno avrebbe dovuto prestare la voce a Costantino Vitagliano per non andare incontro a una penale salatissima. Il fratello spiega così la cosa:

“Pino, mi hanno pagato. C’è pure una penale di settantamila euro”.

Quando ha saputo che era tutto uno scherzo l’attore e doppiatore ha finalmente tirato un respiro di sollievo. Non poteva sentire parole migliori. Pino Insegno è stato così il protagonista indiscusso della serata. Ma i servizi delle Iene sono stati molteplici e come sempre molto interessanti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!